Jane Austen al cinema 200 anni dopo - CineFatti

Jane Austen al cinema 200 anni dopo

A 200 anni dalla sua morte Jane Austen non cessa di ispirare la Settima Arte. Continua a leggere Jane Austen al cinema 200 anni dopo

Annunci
Steve Jobs - CineFatti

Steve Jobs (Danny Boyle, 2015)

Dietro le quinte di Steve Jobs di Francesca Fichera. Il successo: una macchina che, per funzionare, ha bisogno di basi solide opportunamente pensate e assemblate. Proprio come un computer, o un film. E questo film, che è Steve Jobs, se non fosse per la sua idea “sbagliata” di rifare un biopic su Mr. Apple – per di più a pochi anni da Jobs, flop totale del 2013 con Ashton Kutcher – … Continua a leggere Steve Jobs (Danny Boyle, 2015)

Divergent (Neil Burger, 2014)

Divergent, un nuovo young adult cerca di capitalizzare sul successo degli Hunger Games – di Fausto Vernazzani. ‘Giovani adulti’, creature misteriose con sempre una dieci euro in tasca per acquistare e divorare le prossime avventure di un’adolescente complessata alle prese con un mondo più grande di lei finché non scopre di essere la chiave per salvare tutti. Una trama costruita a tavolino che ha fatto la … Continua a leggere Divergent (Neil Burger, 2014)

Se muori ti distribuisco: 10 film da distribuire in caso di morte dell'attore protagonista

di Fausto Vernazzani. Giovedì 19 Giugno con sei anni di ritardo è uscito in Italia un capolavoro scritto e diretto da Charlie Kaufman: Synecdoche, New York. Perché? Ovvio, perché il suo attore protagonista Philip Seymour Hoffman è morto e sepolto per cause che riguardano la sua vita privata. Addirittura la locandina italiana sembra usare una foto presa a caso e spiaccicata sul poster originale, tutto pur … Continua a leggere Se muori ti distribuisco: 10 film da distribuire in caso di morte dell'attore protagonista

Titanic

L’affondamento del Titanic nell’epoca della sua riproducibilità in 3D

di Francesca Fichera e Fausto Vernazzani. C’erano una volta un Doc e una Frannie che, un giorno, spinti soltanto dalla curiosità, decisero di andare a (ri)vedere Titanic al cinema. Perché era in 3D, perché sennò? (In realtà per piangere, confessa Frannie, perché disperarsi al cinema è catartico). La visione rapidamente si è trasformata in un esperimento antropologico, una sorta de La mia vita tra i Gorilla … Continua a leggere L’affondamento del Titanic nell’epoca della sua riproducibilità in 3D

Sex and the City: quando l'amore è tragico

Tragico è bello? Una riflessione

Tragico fa rima con romantico… forse – di Francesca Fichera. Era l’ottantunesima edizione degli Academy Awards, Fran sempre in compagnia della tv, a metà fra l’essere nerd e la sfiga, e la cerimonia procedeva spedita verso l’alba. Ad un certo punto, sulle note di Lovers in Japan dei Coldplay, apparve ed iniziò a scorrere un breve montaggio che tributava i momenti migliori del cinema sentimentale dell’anno appena … Continua a leggere Tragico è bello? Una riflessione

Carnage - CineFatti

Carnage (Roman Polanski, 2011)

Quartetto impeccabile per il Gods of Carnage di Roman Polanski – di Elio Di Pace. Era uno dei più attesi al Festival di Venezia. Certo, Clooney apriva le danze (giusto che fosse così, quel po’ di patina che non fa mai male), ma il secondo giorno c’era Roman Polanski, e gli spasmi erano sopraggiunti già quando cominciarono a circolare le prime (e uniche, fino all’uscita nelle … Continua a leggere Carnage (Roman Polanski, 2011)

Contagion (Steven Soderbergh, 2011)

Attenti al Contagion – di Francesca Fichera e Fausto Vernazzani. Fausto: “Guardate Gwyneth Paltrow morire!” Con uno slogan del genere a fare da pubblicità, chi è che non vorrebbe vedere Contagion? È evidente che i responsabili del marketing dell’ultimo film di Steven Soderbergh sono stati presi da un attacco di crudeltà unico o forse non volevano per niente bene alla Paltrow, al punto da decidere di giocare … Continua a leggere Contagion (Steven Soderbergh, 2011)