Non solo cinema: 9 registi scrittori

9 registi scrittori, da David Cronenberg a Paolo Sorrentino – di Francesca Fichera e Fausto Vernazzani. Negli Stati Uniti è in libreria da ieri, edito da Scribner, in Italia con un singolo giorno di ritardo lo porta la Bompiani il primo romanzo di David Cronenberg, Consumed in originale, Divorati in italiano. Sembra quasi un sogno, zero attese (son loro questa volta ad aver aspettato per Maps to the Stars) e … Continua a leggere Non solo cinema: 9 registi scrittori

Maps of the Stars - CineFatti

Maps to the Stars (David Cronenberg, 2014)

Hollywood e le sue stelle cadenti sotto la lente di Cronenberg in Maps to the Stars – di Fausto Vernazzani La mutazione del cinema di David Cronenberg è così evidente da non meritare ulteriori discussioni. Maps to the Stars segue il filo di Cosmopolis, diverso nella sua natura, ma simile nell’esecuzione, luoghi dove il contenuto si semplifica, da gesti e corpi è diventato parola. Le interiora hanno … Continua a leggere Maps to the Stars (David Cronenberg, 2014)

Consigli Letterari: 10 Registi consigliano libri

Trasposizioni storiche e non si trasformano in consigli letterari da registi acclamati – di Fausto Vernazzani. Spesso e volentieri alle interviste il povero Stephen King deve sempre sentirsi chiedere cosa ne pensa dello Shining di Stanley Kubrick. Non c’è verso che il giornalismo culturale smetta di importunarlo con una domanda a cui ha dato una risposta la bellezza di trent’anni fa. Il rapporto tra cinema … Continua a leggere Consigli Letterari: 10 Registi consigliano libri

CineFatti, il vostro amichevole Pooka di quartiere

di Fausto Vernazzani Lo scopo di un cinefilo è di scrivere sulla propria tomba come epitaffio la seguente frase: “Il mio unico rammarico è non essere riuscito a vedere i film dei registi che seguiranno dopo la mia morte”. So già che quando me ne andrò da queste parti non sarà col sorriso sulla bocca, troppi film saranno rimasti indietro, troppi saranno rimasti sconosciuti e troppe … Continua a leggere CineFatti, il vostro amichevole Pooka di quartiere

Stanotte non dormo: 10 cattivi che non è preferibile vedere di notte

Quando chiedi a qualcuno qual è il mostro che al solo pensiero lo spinge ad alzare le lenzuola fino in testa, nella maggior parte dei casi la risposta sarà la creatura di Alien. Nell’immaginario comune il personaggio ideato da H.R. Giger è il più gettonato, forse perché è la risposta più facile, forse perché è l’unico che si conosce. Con questa lista vorrei poter dimostrare … Continua a leggere Stanotte non dormo: 10 cattivi che non è preferibile vedere di notte

Cosmopolis (David Cronenberg, 2012)

di Fausto Vernazzani. Tratto da un romanzo omonimo di Don DeLillo, il nuovo film di David Cronenberg, Cosmopolis è ambientato in una limousine occupata a destreggiarsi tra le strade di New York, caricando una serie di personaggi che appaiono a raffica all’interno dell’auto di Eric Packer/Robert Pattinson, giovane miliardario desideroso di aggiustare il taglio di capelli. Tutti si insinuano in quel corpo meccanico ingrandito dai monitor, senza cui non potremmo più riconoscere Packer. … Continua a leggere Cosmopolis (David Cronenberg, 2012)

CANNES65: "Antiviral", "Cosmopolis" e "Dans la Brume", il Cinema dei cromatismi

Ultimo giorno di proiezioni cannensi all’insegna della famiglia Cronenberg. Ho visto Antiviral, film d’esordio di Brandon Cronenberg, che dal padre (riferendoci a David) ha ereditato una sorta di morbosa osservazione dei fenomeni di mutazione corporale – in questo caso a livello batterico – con dolorose ripercussioni mentali, prim’ancora che fisiche. Il film parla di un futuro probabile in cui il feticismo divistico raggiunge derive tali … Continua a leggere CANNES65: "Antiviral", "Cosmopolis" e "Dans la Brume", il Cinema dei cromatismi

Crash - CineFatti

Crash (David Cronenberg, 1996)

Crash into me… Oggi, a Venezia, è il turno di David Cronenberg e del suo atteso A Dangerous Method. Nell’anteprima per la stampa neanche lui ha fallito il colpo, così come Polanski e Clooney. Evidentemente, come Roman e George, anche David è una garanzia di qualità ad ogni film prodotto. Eppure il regista canadese ha toppato qualche volta nella sua carriera, come nel caso di Crash. … Continua a leggere Crash (David Cronenberg, 1996)

La Zona Morta - CineFatti

La zona morta (David Cronenberg, 1983)

Cronenberg adatta King, due titani a confronto con La zona morta. Attenzione attenzione. Qui si parla sempre di Stephen King e dei film scaturiti dalla sua parola scritta. Uno di questi è La zona morta, primo lavoro di David Cronenberg inserito nel circuito di Hollywood, liberamente tratto dall’omonimo romanzo kinghiano del 1979. Non staremo qui a discutere per l’ennesima volta sulle buone regole per rendere un’opera letteraria al cinema, no. … Continua a leggere La zona morta (David Cronenberg, 1983)