Stanotte non dormo: 10 cattivi che non è preferibile vedere di notte

Quando chiedi a qualcuno qual è il mostro che al solo pensiero lo spinge ad alzare le lenzuola fino in testa, nella maggior parte dei casi la risposta sarà la creatura di Alien. Nell’immaginario comune il personaggio ideato da H.R. Giger è il più gettonato, forse perché è la risposta più facile, forse perché è l’unico che si conosce. Con questa lista vorrei poter dimostrare che esistono mostri, creature o anche semplici capolavori di make-up e costumi che farebbero sembrare la creazione di Giger un carino micetto. Dunque non perdiamo tempo e partiamo subito:

1. Partiamo con John Carpenter che, ne La cosa ( 1982), ci propone un campionario di mostri davvero disgustosi. In realtà, come il titolo stesso afferma, la Cosa è una sola e prende possesso del corpo di qualsiasi essere vivente fino a diventarne una perfetta imitazione. La base scientifica americana presente in Antartide capitanata da R.J. MacReady (Kurt Russell) si troverà a fronteggiare questo essere arrivando a sospettare l’uno dell’altro in un crescendo di follia e disperazione. Quando la Cosa si manifesta in tutto il suo “splendore” mostra tutta la fantasia di Carpenter, degli effettisti Roy Arbogast e Albert Withlock e del truccatore Rob Bottin.

2. Visto che ne abbiamo parlato ad inizio articolo non possiamo fare a meno di inserire in questa lista la creatura di H.R. Giger che ha fatto il suo esordio nel 1979 grazie alla regia di Ridley Scott. La storia dell’astronave Nostromo e del tenente Ripley (Sigourney Weaver) è universalmente nota e non c’è bisogno di farne un riassunto. Forse non tutti sanno che H.R. Giger non fu solo nell’ideazione di questo mostro ma si servì della collaborazione di un grandissimo effettista italiano che risponde al nome di Carlo Rambaldi e la loro creatura è stata capace di avere ben quattro seguiti e due scontri con l’altra icona della fantascienza: Predator. La carriera di Giger proseguì con l’ideazione della creatura del film Species – Specie mortale (1995), meno riuscita e terrificante, e poi con la simpatica e senza pretese ideazione di un Condom assassino per Killer Condom di Martin Walz, produzione della Troma. Ammirate la bellezza (altro che “paura”) della fantastica creatura del duo Giger-Rambaldi.

3. E’ ancora John Carpenter a disturbare i nostri sonni nel 1994 con lo stupendo Il seme della follia, storia dell’investigatore privato John Trent (Sam Neill) che si occupa di truffe assicurative, e deve indagare sull’improvvisa scomparsa dello scrittore Sutter Cane, molto famoso per i suoi libri horror. L’unico problema è che i libri di Cane si impossessano della mente rendendo difficile distinguere la finzione dalla la realtà. Anche Trent legge i suoi libri fino a ritrovarsi ad Hobb’s End, un luogo che sarebbe dovuto esistere solo nel nuovo libro di Cane. Davvero bello questo film di Carpenter in un periodo dove l’horror era praticamente scomparso, con pochissimi film di dubbia qualità . Bisognerà aspettare Wes Craven e il suo Scream per avere una rinascita del genere e l’abbondanza di titoli che ancor oggi escono in sala. I mostri e le creature della pellicola di Carpenter sono ispirate a quelle di H.P. Lovecraft e all’universo di Clive Barker e, in quanto a raccapriccio, sono in pochi altri a batterle. Quando [SPOILER] Trent guarda nel buco mentre legge ciò che sta per uscir fuori da esso, non possiamo che terrorizzarci insieme a lui [FINE SPOILER]. Peccato che in giro non si trovino immagini di questo campionario di mostri, ma con questa spero di rendere l’idea, anche se non è la peggiore creatura uscita da questo scatolo pieno di follia.

4. Ancora una volta parliamo di Slither di James Gunn, ma questa volta non si parla di frasi assurde, né tanto meno di scene YES!, bensì di una delle più disgustose creature che abbia mai visto su schermo nella mia giovane carriera da cinefilo, ovvero Grant Grant (Michael Rooker) trasformato dal vermone spaziale in un’autentica schifezza assorbi-vermoni umani. Se qualcosa impressiona me, significa veramente che è qualcosa di pesante nonostante questa sia una comedy-horror. Della trama ne abbiamo già parlato nei due articoli precedenti, quindi ammirate questo autentico tripudio di disgusto e ditemi se, d’ora in avanti, Alien per voi non sarà un simpatico animale domestico da spupazzare.

5. Fa parte della categoria demoni, è chiuso in cantina, spinge sulla botola per uscire nel film La casa di Sam Raimi e dubito fortemente che ha lasciato dormire molte persone. Visto all’età di 12 anni, il primo episodio della serie mi fece diventare insonne per parecchie notti a causa del demone appena citato, delle atmosfere inquietanti e anche per via degli alberi che violentano le persone. Cinque amici (capitanati dal mitico Bruce Campbell/Ash, diventata un’icona horror grazie a questo film e ai due seguiti) vanno a trascorrere un week-end in una casa di montagna. Il ritrovamento di un antico libro porta i cinque ragazzi a recitare le frasi che ci sono scritte risvegliando un’orda di demoni intenti ad impossessarsi dei corpi dei malcapitati. Il make-up e il trucco di Tom Sullivan sono spettacolari e di sangue e frattaglie ce n’è parecchio.

6. La faccia triste e arrabbiata del pagliaccio Javier (Carlos Areces) intento a squartare tutto ciò che gli si avvicina nel film di Alex De La Iglesia dal titolo Ballata dell’odio e dell’amore è quanto di più inquietante e insonne ci abbia offerto il 2010. Marcio dentro a causa della delusione amorosa e della vita che non riesce a dargli gioie, il pagliaccio triste diventa un mostro dentro, sperando in questo modo di conquistare l’amore di Natalia (Carolina Bang). Essendo che ne ho parlato ampiamente qui, passo direttamente a farvi ammirare questo spettacolo di make-up.

7. Ora passiamo all’immancabile David Cronenberg e a La mosca del 1986, remake del film L’esperimento del dottor K del 1958.  Parla di Seth Brundle (Jeff Goldblum), uno scienziato che ha creato una macchina per il teletrasporto, il quale, nel momento di provare la macchina su di sé, non si accorge dell’entrata di una mosca mentre il processo è in corso, provocando così un aumento della sua forza, ma anche un cambiamento della sua forma. La sua amante Veronica (Geena Davis) nota questi cambiamenti e comincia ad allontanarsi. Ditemi voi chi ha dormito quando ha visto questa creatura.

8. L’uomo di ferro di Shinya Tsukamoto in Tetsuo fa perdere davvero il sonno. Il Dottor Faust parlò del film qui e io non posso far altro che chiedervi: di notte vorreste vedere un essere del genere? Sinceramente io non consiglierei di incontrarlo neanche di giorno. Il film è datato 1989 e parla di un feticista estremo che ama inserire parti metalliche nel proprio corpo. Una pellicola folle, con ritmi frenetici e che non mancherà di intrattenervi con alcune trovate davvero geniali.

9. Non poteva mancare la vecchia della stanza 237 in Shining di Stanley Kubrick. Sembra offensivo verso l’intelligenza di chi legge raccontare la trama del film, quindi non lo farò, lasciandovi direttamente all’immagine. Quando Jack Nicholson si rende conto di cosa sta abbracciando, arrivano i 30 secondi più togli-sonno delle dieci proposte di questa lista, veramente disgustoso.

10. Concludiamo questo festival dell’insonnia con Peter Jackson e il suo Splatters – Gli schizzacervelli.  La mamma di Lionel (Elizabeth Moody) viene morsa da una scimmia con una maledizione: colui il quale verrà morso, diverrà uno zombie. L’equilibrio della vita di Lionel (Timothy Balme) viene così sconvolto nel tentativo di guarirla e anche grazie a Paquita (Diane Penalver), invaghitasi di lui. Intanto il morbo si diffonde e Lionel e Paquita si ritroveranno a fronteggiare un’orda di zombi. Questo horror demenziale è il film che ha dato a Peter Jackson la fama internazionale. Bellissimi e artigianali gli effetti speciali di Richard Taylor sempre tendenti all’estremo del cattivo gusto, come dimostra l’inquietante immagine della mammina trasformata.

Siete d’accordo con questa lista? Qual è il vostro personaggio inquietante che non vi fa dormire la notte? E’ sicuro che ne avrò dimenticati moltissimi, sono i rischi delle liste ed è pur sempre basata esclusivamente su film da me visti. Aiutatemi ad integrare questa lista, su, mentre io vi saluto e vi dò appuntamento alla prossima recensione.

See You Soon,

Roberto Manuel Palo

Annunci

2 pensieri su “Stanotte non dormo: 10 cattivi che non è preferibile vedere di notte

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.