World War Z (Marc Forster, 2013)

di Fausto Vernazzani. Il buon Marc Forster per anni è riuscito a farsi voler bene con storie interessanti, intriganti o addirittura lynchane. La sua filmografia è però un grafico in disperata discesa, una caduta libera senza paracadute che con il successo di Mendes alla regia di Skyfall si è trasformata in schianto a causa di tutti i paragoni con il “peggior 007”, Quantum of Solace. Un … Continua a leggere World War Z (Marc Forster, 2013)

Maratona Halloween

Buongiorno, signore e signori, è il vostro Zio Tibia che vi parla dall’aldilà. Come ben sapete, oggi è il giorno di Halloween e ho preso possesso di uno scrittoruncolo da strapazzo che sul web era noto come Hanuman per consigliarvi qualche bel filmetto horror per passare la giornata all’insegna del brivido in solitudine o in compagnia. Del resto, ad Halloween, ognuno ha diritto al suo … Continua a leggere Maratona Halloween

I tre moschettieri - CineFatti

I tre moschettieri (Paul W.S. Anderson, 2011)

Azione e bellezza steampunk per i tre Moschettieri di Anderson. Venezia, XVII secolo: i tre Moschettieri di Sua Maestà Luigi XIII, Athos (Matthew Macfayden), Porthos (Ray Stevenson) e Aramis (Luke Evans), aiutati da Milady de Winter (Milla Jovovich), sono in missione per rubare i piani di una macchina da guerra volante disegnata da Leonardo Da Vinci. Quando la vittoria sembra loro, Milady li tradisce per … Continua a leggere I tre moschettieri (Paul W.S. Anderson, 2011)

Il domani che verrà (Stuart Beattie, 2010)

di Fausto Vernazzani. In un paese come il nostro non c’è una grande cultura del campeggio nel fine settimana, non abbiamo luoghi in cui possiamo andare zaino in spalla per fermarci con una tenda o un sacco a pelo e dormire all’addiaccio. Diciamocelo, molti di noi avrebbero anche paura di trovarsi di fronte chissà quale alieno cascato dal cielo con il braccio pieno di buchi pronto … Continua a leggere Il domani che verrà (Stuart Beattie, 2010)

Hugo Cabret (Martin Scorsese, 2012)

L’Hugo Cabret di Martin Scorsese è un gran giocattolo per omaggiare George Méliès – di Elio Di Pace Quando Georges Méliès (la “s” finale si scrive e si legge: Melié non è nessuno) in concomitanza con la Grande Guerra decise di farla finita col cinema, dando fuoco a tutte le scenografie del suo teatro e a chilometri di celluloide, acquistò un chiosco di giocattoli nella stazione … Continua a leggere Hugo Cabret (Martin Scorsese, 2012)