Infedelmente tua - CineFatti

Infedelmente tua (Preston Sturges, 1948)

Infedelmente tua: la versione restaurata in sala grazie a Lab 80 Film.

Al grido di “la gioventù va alla gioventù” torna al cinema in versione restaurata Infedelmente tuacommedia al veleno per la regia di Preston Sturges.

Non è il primo né l’ultimo degli #HappyReturns promossi dalla Lab 80 Film, che già da diversi mesi ripropone e distribuisce in sala i restauri digitali dei grandi classici cinematografici.

Dopo Lettera a tre mogli arriva dunque Unfaithfully Yours, film che porta letteralmente alla ribalta il brillante interprete inglese Rex Harrison.

A lui va il ruolo di Alfred De Carter, stimatissimo direttore d’orchestra sposato alla bella e assai più giovane Daphne (Linda Darnell) di cui è geloso oltre ogni limite.

Conferma l’eco shakespeariana della storia la comparsa di un misterioso dossier sulla presunta relazione della donna con il coetaneo Tony (Kurt Kreuger) biondo e aitante segretario di De Carter.

Più what if che equivoci

Ma la classica forma del domino di malintesi trova in Infedelmente tua una declinazione nuova. Merito della personalità unica di Sturges, della capacità di fare il verso all’immaginario degli stessi generi che inglobano la sua produzione.

L’autore e regista di Chicago gioca con l’elemento della dissonanza fino a trasformarlo nella propria cifra stilistica, sfrutta i risvolti inattesi della trama per offrire agli spettatori le inquietanti istantanee della sua visione del mondo: una visione disincantata, spudorata, ai limiti (citando IndieWire) del weird .

In Infedelmente tua ciò avviene nello spazio di tre sequenze che spezzano con decisione il ritmo e il tono del film – accelerando il primo e distorcendo il secondo – attraverso un uso del what if che rasenta la genialità.

Cinema rinnovato

Non manca neppure una (lunga) incursione nella slapstick comedy, per certi versi anticipatrice dei futuri deliri di Peter Sellers nella toilette di Hollywood Party, dove a vincere è il contrasto fra impassibile ostinazione anglosassone e totale assurdità degli eventi.

E qui bisogna dare a Rex quel che è di Rex, perché senza Harrison – e la sua squillante voce dall’inflessione british, restituita perfettamente alle nostre orecchie dal restauro digitale – Infedelmente tua avrebbe avuto meno luce.

Invece splende e risplenderà, nuovo di zeccaa partire dal prossimo 30 marzo.

 

Francesca Fichera

Voto: 3.5/5

 

Un pensiero su “Infedelmente tua (Preston Sturges, 1948)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...