The Twilight Saga: Eclipse (David Slade, 2010)

di Roberto Manuel Palo.

The Twilight Saga: Eclipse, regista David Slade, autore di un bellissimo horror come Hard Candy e, successivamente, del pessimo 30 giorni di buio. Prima di passare alla trama vera e propria, proviamo a commentare la primissima scena del film, ovvero la trasformazione di Riley Biers (Xavier Samuel) in un Neonato.

Vediamo che Riley esce da un bar e si avvia verso casa. Ad un tratto viene aggredito da un vampiro che lo scaraventa con tutta la forza contro delle finestre di vetro e Riley si rialza spaventato, ma senza dire neanche “Ah!“. A questo punto il vampiro gli fa un graffietto come quello che ci facciamo quando ci graffia il gatto e urla come un pazzo. Io capisco che è un Fantasy-Horror, ma il minimo indispensabile di realismo ci vuole. Se ti scaraventano con tutta la forza su delle lastre di vetro, non dico che devi morire, ma almeno stare accasciato a terra rantolante, non alzarti come se ti avessero fatto semplicemente lo sgambetto. E se ti fanno un graffietto, ti puoi limitare a un semplice “Ah, che dolore!

La trama: Victoria (Bryce Dallas Howard) ritorna in città e vuole vendicarsi di Edward uccidendo Bella (i soliti Robert Pattinson e Kristen Stewart), facendogli così provare lo stesso dolore che provò lei quando Edward uccise il suo James. Victoria, come abbiamo visto poco sopra, trasforma Riley in un vampiro e lo mette alla guida dei neonati che dovranno scontrarsi con la famiglia dei Cullen. Questi si alleano con i licantropi per proteggere Bella dai Neonati. E i Volturi cercheranno di porre un rimedio a tutto il bordello che Victoria ha creato.

Imperniato di romanticherie al limite del disgustoso a causa di una lotta d’amore tra Jacob il Licantropo (Taylor Lautner) e Edward “Faccia truccata”, si arriva a superare il livello del ridicolo quando, per trasportare Bella sulle montagne, si arriva a fare una gara di puzze. Edward accusa Jacob di fetare. Jacob dice che l’eau di lupo è molto meglio della puzza di merda dei vampiri. Alla fine vince Jacob che trasporta Bella sulle montagne.

La battaglia amorosa continua sulle montagne. Bella sta morendo di freddo a causa di una forte tormenta. Edward prova a chiedere: “Bella, che posso fare?” “Cosa vuoi fare? Dammi una coperta!” “Certo. Posso riscaldarti con il mio corpo” “Idiota. Sei morto. Il tuo corpo è sempre freddo. Chiamami Jacob” “Ma come, Jacob? Tu ami me” “Mi deve solo riscaldare. Fai confusione con i verbi riscaldare e scopare. Cerca sul vocabolario e studia“.

Un duello senza esclusioni di colpi tra i due contendenti. Bella è confusa e bacia l’uno e l’altro cercando di capire chi ama di più, chi bacia meglio e chi puzza di meno. Il risultato è che la puzza di cadavere è preferibile alla puzza di sudore impossibile da togliere del licantropo. Ma questo scontro a due è ben più interessante delle due-tre scene d’azione che contornano queste battaglie amorose.

Gli effetti speciali sono talmente deprimenti che sembrano fatti da un principiante che sta appena iniziando ad usare After Effects e guarda i tutorial su YouTube. Ma una menzione speciale va fatta al trucco: i Cullen e i Neonati sono più truccati di Moira Orfei. Hanno un trucco eccessivo soprattutto sotto gli occhi. Taylor Lautner, l’interprete del licantropo Jacob, su 14-15 volte che è inquadrato, 25-26 è a torso nudo.

In definitiva, è meglio comprare sei euro di preservativi.

See you soon!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.