Cafè Society - CineFatti

Café Society (Woody Allen, 2016)

Da New York al Café Society di Hollywood – di Elvira Del Guercio.  Erano due le dipendenze di cui si soffriva negli anni trenta: il jazz, per i sognatori e pensatori squattrinati e la café society, per chi non aveva tempo – o non voleva trovarlo – per disincantate riflessioni esistenziali. Nonostante ciò, con Café Society, Woody Allen non riesce a resistere al fascino dell’evasione … Continua a leggere Café Society (Woody Allen, 2016)

CANNES65: "On the Road" e "Io e Te", il Cinema che delude tre volte su quattro – parte II

[per l’altra parte dell’articolo clicca qui] The Paperboy, ahimè, non è competitivo, come d’altronde non è competitivo il tanto atteso – ma anche no… – On the Road di Walter Salles. Il regista brasiliano, che la storia ricorderà sempre e comunque per I diari della motocicletta, ha pensato di confrontarsi con un altro testo generazionale ed epocale, e lo ha fatto con una certa rischiosa leggerezza: il pericolo, … Continua a leggere CANNES65: "On the Road" e "Io e Te", il Cinema che delude tre volte su quattro – parte II

The Twilight Saga: Eclipse (David Slade, 2010)

di Roberto Manuel Palo. The Twilight Saga: Eclipse, regista David Slade, autore di un bellissimo horror come Hard Candy e, successivamente, del pessimo 30 giorni di buio. Prima di passare alla trama vera e propria, proviamo a commentare la primissima scena del film, ovvero la trasformazione di Riley Biers (Xavier Samuel) in un Neonato. Vediamo che Riley esce da un bar e si avvia verso casa. Ad … Continua a leggere The Twilight Saga: Eclipse (David Slade, 2010)