CineKing #50

Con Francesca alla corte del Re – Cineking #50

Racconti multimediali del terrore, una tesi da far nascere

Mi ricordo, sì, io mi ricordo. Il titolo nobiliare d’un notevole testamento artistico, così Marcello anziano si raccontava e io a malapena trentenne sono già in compagnia delle mie memorie: il Cineking #50 doveva essere speciale. Fui io a introdurre il discorso, andavano avanzate delle proposte in vista del traguardo all’orizzonte. Era pur sempre una rubrica presente sulle strade del web dal 2014, peraltro anche di gran successo da queste parti.

Decisioni non furono prese, però strisciava suadente l’intenzione di fare un annuncio. Mi piange il cuore – in realtà è in buona compagnia, anche gli altri organi interni si scopre hanno ottimi dotti lacrimali – a doverlo fare io, anche a nome della famiglia, ma ecco: quella tesi su Stephen King scritta nel 2011/2012 sarà pubblicata. Quando? Dove? Tenetevi le domande strette, le risposte saranno elargite con gioia a tempo debito.

Vedrà la luce, punto.

Tesi Francesca

Il legame tra Francesca Fichera – nome e cognome degli autori importanti vanno in grassetto, sempre – e il Re vola indietro nel tempo e si ferma solo alla vigilia della sua adolescenza. Ha divorato quei romanzi con amore sapendo di andare sempre incontro a una catarsi: tanti hanno criticato i finali di King, Francesca invece desiderava raggiungerli, in fondo trovava un pianto liberatorio e la rinnovata voglia di scrivere, scrivere, scrivere.

Su quella tesi la polvere nemmeno si è avvicinata, sempre viva e in movimento, pronta a essere ingrassata con nuove letture, nuove visioni, ma soprattutto coi nuovi occhi della scrittrice e accademica qual era diventata. Guardandoci attorno noteremmo subito una costellazione di suoi contributi su cinema e Stephen King, non ultimo fu un convegno bolognese dove si presentò con farmaci e mascherina per discuterne davanti ai colleghi accademici.

Fra i suoi desideri nelle ultime settimane vi fu proprio il mettere mano a quella tesi – e ve ne sono altre, che vi credete – e ora dovesse crollare il cielo la porteremo a voi. Negli anni container di messaggi sono arrivati chiedendo quando sarebbe stata pubblicata e ora vi assicuro non si arrenderà allo spietato assedio della polvere. Racconti multimediali del terrore. Riscritture cinematografiche dell’opera di Stephen King lo faremo uscire.

Croce sul cuore?

Croce sul cuore.

https://66.media.tumblr.com/b8caf985d2c63305d3b9f3245ecd31cc/tumblr_n0t3pf5APC1spyz7xo1_500.gif

Ma le novità su King?

Io ero nel panico, vista la mole di novità di inizio anno ero convinto mi sarei trovato a dover scrivere questo CineKing fino all’anno venturo e invece così non è. Sono pochissimi gli aggiornamenti e comincio subito col dirvi che abbiamo due ri-adattamenti in vista: il primo è una versione moderna di Misery e cosa intendano con moderna non si capisce, non si sa e nessuno ha intenzione di chiarire, a meno che Paul Sheldon non diventi una Chiara Ferragni.

Il secondo sarà prodotto da James Wannon dirigerà, attenzione – e vedrà per la prima volta al cinema Salem’s Lot, dopo aver conquistato il piccolo schermo prima con Tobe Hooper nel 1979 poi con Mikael Salomon nel 2004. A scriverlo sarà Gary Dauberman, autore di vari filmetti della Blumhouse, ma anche delle sceneggiature di entrambi gli IT contemporanei. In più sul suo debutto alla regia Annabelle 3 son state scritte belle parole.

Accendiamo la TV

La storia di Lisey sembra aver cambiato titolo, Faces potrebbe essere il nuovo volto per la miniserie prodotta da Apple TV+ e questa qui sotto è capace sarà una delle location dove la magnifica Julianne Moore si troverà a recitare. Sul serio, quanto è perfetto il casting? Non vedo l’ora avremo notizie in più sull’uscita.

Sembra invece prossima alla conclusione delle riprese The Stand della CBS All Access e in più sappiamo solo Fiona Dourif sarà protagonista di un classico gender swap contemporaneo: Rat Man non sarà un uomo, ma una donna. Onestamente dovrei darmi a una rilettura del colossale romanzo per comprendere quali mutamenti può comportare, ma ora come ora, sinceramente, sembra un dettaglio di scarsissima importanza.

Chiudo sulle note d’un progetto assai meno valoroso ma che potrebbe solleticare i nostalgici della miniserie IT e qualsiasi fan di Tim Curry: il documentario Pennywise: The Story of IT sembra sia prossimo alla distribuzione nei prossimi mesi. Su Instagram hanno anche presentato la copertina di DVD e blu-ray. Sarà certamente un lavoro low low low budget e parecchio di nicchia, ma può uscirne qualcosa di interessante e pieno di aneddoti.

Un pensiero su “Con Francesca alla corte del Re – Cineking #50

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.