Rare Exports: A Christmas Story - CineFatti

#VenerdìHorror: Sette Babbi Natale rosso sangue

Sette Babbo Natale che vogliono mettervi nel sacco. Vivi o morti.

A Natale siamo tutti più buoni. O forse no?

Per qualcuno il Natale non è proprio gioia e allegria e noi di CineFatti approfittiamo del Venerdì Horror per venire in loro aiuto suggerendo dei film dove della bontà non c’è neanche l’ombra e Babbo Natale non porta i regali.

In questi casi il caro Babbo a bordo della sua slitta trasporta sangue e morte per i malcapitati trovatisi sulla sua strada durante la fatidica notte di Natale.

Non aspettateli svegli con latte e biscotti, ma armati di tutto punto. Potrebbero non essere dalla vostra parte.

Natale di Sangue (1984)

Partiamo con uno psicopatico ragazzo di 18 anni vestito da Santa Claus con la voglia di punire i cattivi perché il nonno, da bambino, gli raccontò che Babbo Natale punisce i malvagi… e la sera stessa il padre fu massacrato da un uomo vestito da Babbo Natale, traumatizzandolo per sempre. Primo film della saga intitolata in lingua originale Silent Night, Deadly Night, per chi volesse approfondire.

Trasporto eccezionale

Un’avventura anti-Babbo Natale per tutta la famiglia tra le nevi della Finlandia, dove l’immagine rassicurante del vecchio barbuto altro non è che quella dei terrificanti elfi di un Santa Claus demoniaco seppellito sotto tonnellate di pietra e segatura. Un mostro gigantesco con un seguito di Babbi agguerriti da cui tenersi alla larga, neanche le renne sono risparmiate dalla sua furia, prossima a un preoccupante risveglio…

A Christmas Horror Story

I Babbi Natale sanno anche menare di brutto e lo dimostra questo A Christmas Horror Story dove Santa Claus è chiamato a salvare il Natale da una malattia contagiosa che trasforma i folletti in zombie e si ritroverà di fronte anche l’acerrimo nemico, il Krampus, dando vita ad un combattimento epico. Finale a sorpresa.

Sint

Sappiamo tutti da dove ha origine la leggenda di Babbo Natale, dal buon San Nicola in abito rosso. Non tutti sanno che Dick Maas non troppi anni fa lo dipinse in sella a un cavallo bianco a galoppare sui tetti delle case, pronto a colpire con la sua staffa ogni 5 dicembre ornato dalla Luna piena. In questo vescovo demoniaco non è rimasto neanche un grammo di bontà da dispensare, solo una morte cruenta.

Non aprite prima di Natale

Per chi tra voi odia qualsiasi cosa del Natale abbiamo il killer ideale. In questo giallo dalle tinte moooooolto splatter, nei giorni delle festività natalizie, un maniaco ammazza qualsiasi essere umano vestito da Babbo Natale. Vi assicuro, ne muore uno ogni 5 minuti per 80 minuti… tanti, eh?

Krampus

È Babbo Natale? Tutto ciò che ci è dato sapere è che smettere di credere nel Natale può causare solo una cosa: condannare l’intera famiglia a una prigionia eterna tra le mani del Krampus, l’esatto opposto dell’amorevole (?) Santa Claus. Al suo servizio un esercito di mostruosita mascherate da allegri elfi o giocattoli divertenti, in realtà creature disgustose con denti affilati, coltelli e varie amenità tutt’altro che piacevoli.

And All Through the House (Racconti dalla cripta)

Infine, non poteva mancare il Babbo Natale stile Michael Myers nel celebre film di Freddie Francis da cui fu tratta la serie TV che ci accompagnò negli anni ’90 con lo Zio Tibia (l’episodio di Robert Zemeckis tratto dallo spezzone qui presentato è fantastico). Fuggito dalla clinica psichiatrica e indossato un vestito da Babbo Natale, un serial killer entra in ogni casa nelle vicinanze augurando un Buon Natale e donando la morte.

Di questo potrete godervi stesso qui l’episodio completo:

Roberto Manuel Palo e Fausto Vernazzani

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.