Liebster Award - CineFatti

Il Liebster Award dei CineFatti

Che cos’è il Liebster Award…

Lo dice il sottotitolo: “scopri nuovi blog”. Dopo 7 anni di attività (li compiremo il prossimo 10 giugno) CineFatti non sembra poi così nuovo, ma ha dovuto rinnovarsi così tanto spesso che ogni volta è come la prima (sì, vogliamo essere sentimentali). Tanta è la sua gratitudine per il sito di cinema da cui è giunta la nomination al Liebster Award e che potete visitare qui: And Justice for All.

..e chi sono i CineFatti

Come blog collettivo abbiamo pensato di rispondere tutti insieme ad alcune delle 11 domande che ci sono state poste su And Justice for All , prima di passare a formulare le nostre ed elencare i siti che abbiamo scelto.

Da quanti anni esiste il tuo blog?

Si diceva, dal 2010. Quando c’era ancora Splinder.

Il film che ti ha cambiato la vita, non necessariamente il più bello.

Ambra

 “Trainspotting ovviamente. La bibbia con cui costruire la mia carriera, le mie relazioni e il mio concetto di vita sana”

Fausto 

“Per fortuna sono tantissimi e non smettono mai di aumentare. Nell’ultimo anno due mi hanno colpito sul personale, Una spia e mezzo di R.M. Thurber e The Foul King di Kim Ji-woon. Song Kang-ho che si libera da un headlock col solletico mi ha fatto sorridere come poche cose al mondo”

Fran 

Nosferatu. Avevo 5 anni e l’ho sognato per 10. Fra i più belli, anche se Max Schreck è riuscito a essere bruttissimo. Definizioni di sublime ne abbiamo?”

Francesca P 

E.T. L’extraterrestre. Il sabato pomeriggio mamma spesso ci portava al cinema e quel sabato ho sperimentato un caleidoscopio di emozioni: paura, curiosità, tenerezza, commozione. Il volo in bicicletta sulle note di John Williams ancora oggi mi restituisce la magia e lo stupore di quel giorno”

Roberto 

“Sono molto affezionato a Pinocchio, è stato il primo film visto in assoluto, all’età di 3 anni. Come si dice: il primo amore non si dimentica mai”

Victor

“Forse La notte dei morti viventi di Romero, uno dei film che più di tutti mi ha fatto innamorare del cinema, ma la prima grande estasi cinematografica è stata sicuramente Il Buono il Brutto e il Cattivo

***

Multisala o cinema in città?

Ambra

“Cinema in città. Vuoto, possibilmente. Sicuramente senza infanti, pop corn, cocacola e forme di vita non intelligente in sala”

Fausto 

“Amo i primi, stimo i secondi. Vado ovunque ci sia un film che mi interessa, preferendo chi fa un buon lavoro di selezione e chi ha lo schermo migliore”

Fran 

“Entrambi”

Francesca P

“Entrambi, a seconda della programmazione. Per seguire DiCaprio sulle gelide e primitive rive del Missouri l’Imax è prezioso, ma per tutto il resto mi affido al mio cinema di quartiere”

Roberto

“Entrambi, preferibilmente non da solo”

Victor

“Morte al multisala”

***

Cosa rappresenta per te scrivere? 

Ambra

“Scrivere per me è l’unico mezzo per spiegarmi la realtà”

Fausto

“Lo strumento migliore per mettere in ordine i pensieri”

Fran

“Una necessità”

Francesca P

“Un modo per raccontare e raccontarmi”

Roberto

“Un modo di evadere dai problemi della vita”

Victor

“Un impegno, come tutte le cose che faccio, ma di quelli che mi vengono più naturali”

***

Pensi di essere cambiato negli ultimi anni e cosa è cambiato nel tuo blog negli anni eventualmente trascorsi?

Ambra

“Sono la parte cinica e sboccata del blog. Quella a cui non importa di prendersela coi mostri sacri del cinema o dichiarare che la Corazzata Potëmkin è una cagata pazzesca”

Fausto

“CineFatti ha subito diverse operazioni di chirurgia plastica e ogni volta ne è uscito più cool di prima. I miei cambiamenti non hanno richiesto bisturi, ma spero siano andati tutti nella direzione giusta. La passione per il cinema invece è cresciuta, resta l’amico di cui non posso e non voglio fare a meno di parlare, sempre. Ah, ora mi piace John Carter di Andrew Stanton, vale come cambiamento importante?”

Fran

“Sono cambiati i domini, sono cambiati i collaboratori, è cambiata perfino qualche intenzione. Ma la voglia di guardare film e di scriverne, quella è rimasta. So’ questioni di cuore”

Francesca P

“Un po’ sono cambiata io ma non il modo di appassionarmi alle storie, sullo schermo così come nella pagina scritta e nei volti delle persone che incontro. Nel blog, indipendentemente dal cambio di domini e collaboratori, resta intatta una smisurata passione per il cinema e il desiderio di condividerla con gli altri”

Roberto

“Ho letto alcune mie vecchie recensioni di sette anni fa, quando CineFatti è nato: non erano recensioni, erano monologhi di un comico. Ora sono una persona seria che non disdegna la battuta. Mi sembra un bel cambiamento, no?”

Victor

“Sì, è cambiata la mia percezione del cinema e della critica. Ho cambiato sguardo nei confronti dei film. Non li guardo più con l’intento di scovarne i punti deboli. Ho scoperto e capito per motivi professionali molte cose che prima non potevo sapere. Meccanismi di produzione, il processo creativo, le infinite variabili a cui è sottoposto ogni lavoro. Adesso per me le intenzioni contano più del risultato finale”

And the nominees are…

bloGames.it

Cinema Condiviso

Dikotomiko

Fragments of a Hologram Dystopia

IPMP – Italian Pulp Movie Posters

Marcus Broad Bean

Mugunghwa Dream Blog

Secondo Kara Lafayette

Lo spettatore indisciplinato

L’ultimo spettacolo

Il Zinefilo

A loro, ma anche a chiunque avesse voglia di commentare questo post, spetterà rispondere alla nostra versione del questionario del Liebster:

1) Cinema, tv o entrambi?

2) Un film che ami e un film che odi

3) Il tuo Personaggio cinematografico, quello con la maiuscola

4) Incontri Werner Herzog per strada: cosa fai?

5) Una citazione cinematografica a cui sei particolarmente affezionato

6) Hai mai girato un film?

7) Qual è l’ultimo festival di cinema a cui hai partecipato? Quale quello a cui vorresti partecipare?

8) Sei mai uscito dalla sala prima della fine?

9) Netflix-dipendenza: da 1 a 10, quanto?

10) Un film o una serie tv che secondo te tutti dovrebbero vedere.

11) Il finale migliore secondo te (senza svelarlo, ci basta il titolo).

 

 

15 pensieri su “Il Liebster Award dei CineFatti

  1. grazie (a nome di tutti gli autori de L’ultimo Spettacolo) per la nomination, che avevo già visto qualche ora fa, essendo iscritto al vostro blog…
    risponderemo molto volentieri alle vostre domande, previa raccolta delle risposte tra gli autori… a presto!!

    Mi piace

  2. Le domande mi piacciono molto, quindi mi permetto di rispondere anche se non sono tra i nominati.

    1) Cinema, tv o entrambi?
    La tv non costa nulla, e permette di vedere i film con meno “sbattimento.” Tuttavia, ci sono alcuni film (soprattutto quelli comici) che visti in compagnia di un vasto pubblico hanno tutto un altro sapore.

    2) Un film che ami e un film che odi
    Mulholland Drive è il peggior film che abbia mai visto. Amo invece In mezzo scorre il fiume.

    3) Il tuo Personaggio cinematografico, quello con la maiuscola
    Il protagonista di questo film: https://wwayne.wordpress.com/2014/05/09/agire-secondo-giustizia/.

    4) Incontri Werner Herzog per strada: cosa fai?
    Credo che non farei nulla. Per me ha senso interagire con un vip se c’è l’opportunità di avere uno scambio significativo con lui: se invece quel vip ti fa un autografo o si fa una foto con te per poi scordarsi della tua esistenza, allora non ci trovo molto gusto.

    5) Una citazione cinematografica a cui sei particolarmente affezionato.
    Detesto le citazioni, e soprattutto detesto chi le usa a tutto spiano. Nel 99% dei casi chi ricorre spesso alle citazioni è una persona che non ha niente da dire, e quindi per risultare interessante ha bisogno di rubacchiare ciò che è stato detto da altri.

    6) Hai mai girato un film?
    No.

    7) Qual è l’ultimo festival di cinema a cui hai partecipato? Quale quello a cui vorresti partecipare?
    Ho partecipato solo ad un festival (quello del cinema coreano, a Firenze 3 anni fa), e ci tornerei molto volentieri.

    8) Sei mai uscito dalla sala prima della fine?
    No, ma con Sfera mi son fatto una bella ronfata.

    9) Netflix-dipendenza: da 1 a 10, quanto?
    Da quando è finito Daredevil della Netflix guardo solo questa splendida serie: https://wwayne.wordpress.com/2014/04/27/nuove-frontiere/.

    10) Un film o una serie tv che secondo te tutti dovrebbero vedere.
    Vedi risposta precedente. :)

    11) Il finale migliore secondo te (senza svelarlo, ci basta il titolo).
    Will Hunting – Genio ribelle.

    Liked by 1 persona

  3. Mi piacciono le domande, quindi anche se ho già partecipato rispondo di nuovo lo stesso:

    1) Cinema, tv o entrambi?
    Cinema, mi sono disfatta della tv da molti anni, e quando mi ritrovo a vederla la trovo davvero una cosa esotica.

    2) Un film che ami e un film che odi
    Il cavaliere oscuro per il suo essere trasversale (e anche perché fin da bambina sono sempre stata legata ai film di Batman), dello stesso regista odio invece Inception per il suo modo troppo poco realistico di parlare di sogni lucidi.

    3) Il tuo Personaggio cinematografico, quello con la maiuscola
    Appena detto: BATMAN.

    4) Incontri Werner Herzog per strada: cosa fai? Lo osservo e non lo fermo. Io non vorrei essere rotta le scatole ogni due secondi, quindi faccio lo stesso con gli altri (a meno che non abbia davvero qualcosa da dirgli…)

    5) Una citazione cinematografica a cui sei particolarmente affezionato
    Non saprei scegliere, perché le annoto quasi sempre e le conservo.
    “Sono il migliore in quello che faccio, ma quello che faccio non è piacevole.” (Wolverine)

    6) Hai mai girato un film? No ma vorrei farlo, almeno un corto. Ho girato un video in stop motion, ultimamente.

    7) Qual è l’ultimo festival di cinema a cui hai partecipato? Quale quello a cui vorresti partecipare? Sono stata qualche volta al Giffoni Film Festival e a dei “piccolissimi” festival del cinema. Mi piacerebbe andare al festival di Venezia. Ma non sono un’addetta ai lavori, quindi non saprei neanche bene che farci a un festival del genere.

    8) Sei mai uscito dalla sala prima della fine? Che mi ricordi no. Se sono entrata, me lo devo sciroppare.

    9) Netflix-dipendenza: da 1 a 10, quanto? 0, non ce l’ho.

    10) Un film o una serie tv che secondo te tutti dovrebbero vedere.
    Credo che tutti dovrebbero prima o poi guardare i film italiani del passato (ma non solo italiani) piuttosto che limitarsi a quello che propongono in sala al momento.

    11) Il finale migliore secondo te (senza svelarlo, ci basta il titolo).
    Santa Sangre di Alejandro Jodorowsky, ma in generale mi piacciono i finali senza finale.

    Ciao e a presto!

    Liked by 1 persona

  4. Eccomi, ho finalmente raccolto le risposte di tutti e 4 gli autori…

    nel ringraziarvi ancora per la nomination, vi invitiamo a passare dal nostro blog in cui oggi stiamo facendo un piccolo indovinello cinefilo dedicato alle vacanze, a cui potrete provare a rispondere se vi va…

    Ecco dunque le risposte:
    1) Cinema, tv o entrambi?
    Mattia: Film in qualità scarsissima con sottotitoli in lingue improbabili presi da YouTube.
    Paolo: Entrambi
    Marco: Cinema
    Vincenzo: Va a periodi… in questo momento poco cinema e molta tv, ma proprio tv nel senso di film che danno in tv
    2) Un film che ami e un film che odi
    Mattia: I magnifici sette / La saga di Harry Potter.
    Paolo: Amo Radio Days odio il dittatore (Baron Cohen)
    Marco: Tutti insieme appassionatamente vs 300
    Vincenzo: Amo 2001 Odissea nello spazio. Ho repulsione, di solito, per i film che contengono nel titolo la parola “amore” (antico retaggio adolescenziale, suppongo).
    3) Il tuo Personaggio cinematografico, quello con la maiuscola
    Mattia: Will Kane (Mezzogiorno di fuoco)
    Paolo: Nosferatu
    Marco: Non ne ho, però l’unico di cui ho un poster è Jena “Snake” Plissken
    Vincenzo: Obi-Wan Kenobi
    4) Incontri Werner Herzog per strada: cosa fai?
    Mattia: Gli chiedo perché Queen of the Desert sia risultato così mediocre.
    Paolo: Lo fermo
    Marco: WH può dirmi la sua opinione col suo accento tetesko su qualsiasi cosa, per cui ascolto
    Vincenzo: non lo riconoscerei sicuramente, in giro mi faccio delle figure, perché non riconosco mai nessuno
    5) Una citazione cinematografica a cui sei particolarmente affezionato
    Mattia: “Fill your hands, you, son of a bitch!” (Il Grinta)
    Paolo: New York era la sua città e lo sarebbe sempre stata
    Marco: Non ne ho, però uso spesso, e del tutto immotivatamente, “hey tu porco, levale le mani di dosso”
    Vincenzo: Qui vige l’uguaglianza non conta un ca**o nessuno.
    6) Hai mai girato un film?
    Mattia: Ho girato un filmino amatoriale con scene idiote di vita quotidiana ri-montato in modo da far ridere gli amici.
    Paolo: Robetta
    Marco: No
    Vincenzo: Se togliamo i filmini delle vacanze e quelli montati con materiale non mio nel periodo in cui si facevano ste cose su youtube, allora no, non ne ho girati.
    7) Qual è l’ultimo festival di cinema a cui hai partecipato? Quale quello a cui vorresti partecipare?
    Mattia: Nessuno / nessuno.
    Paolo: Mai partecipato, vorrei andare a quello di Venezia
    Marco: Torino 2017. Non mi sposterei per un festival fuori dalla mia città, quindi voglio partecipare al prossimo in una città dove mi trovo.
    Vincenzo: Torino Film Festival 2015. Il 2016 l’ho saltato, vorrei riprendere con il 2017. E mi piacerebbe Venezia, però arrivando con la gondola da Vippe.
    8) Sei mai uscito dalla sala prima della fine?
    Mattia: No. Ho pagato, io.
    Paolo: No non mi pare
    Marco: Sì, per Bianca e Bernie, ho costretto mia madre a portarmi fuori, il cattivo era troppo cattivo.
    Vincenzo: anche nelle peggiori circostanze, ho sempre resistito fino all’ultimo!
    9) Netflix-dipendenza: da 1 a 10, quanto?
    Mattia: 1.
    Paolo: 6 e mezzo dai
    Marco: 0. Cioè, 1, insomma, il minimo.
    Vincenzo: io arrivo sempre in ritardo nelle cose, quindi mi abbonerò a Netflix quando starà per chiudere. Cioè, per capire: ho comprato un Blackberry dopo il fallimento della società. Quindi, attualmente: 1.
    10) Un film o una serie tv che secondo te tutti dovrebbero vedere.
    Mattia: Il buono, il brutto, il cattivo
    Paolo: La tragedia del Bounty (1935)
    Marco: I Blues Brothers è obbligatorio e alla portata di tutti
    Vincenzo: Ladri di biciclette
    11) Il finale migliore secondo te (senza svelarlo, ci basta il titolo).
    Mattia: Difficilissimo dirlo, forse “Shutter Island”.
    Paolo: Nashville
    Marco: Il finale di 2001 va oltre il cinema. E oserei dire l’esistenza U_U
    Vincenzo: me l’ha fregato Marco, per cui dico quello de Il laureato, ma proprio gli ultimi secondi sul bus.

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...