Dialoghi sul Cinema: Guillermo Del Toro e Alejandro Gonzalez Inarritu - CineFatti

Dialoghi sul cinema – Quando Iñárritu incontrò Guillermo Del Toro

Frigoriferi svuotati, insulti e lezioni sul cinema da Guillermo Del Toro – di Fausto Vernazzani.

Oggi 9 Ottobre 2016 il regista di Guadalajara Guillermo Del Toro compie 52 anni.

Non solo uno dei migliori registi viventi di cinema genere, ma anche uno dei più influenti personaggi della scena hollywoodiana.

Un esempio del suo grande apporto al cinema contemporaneo è raccontato da uno dei Tres AmigosAlejandro González Iñárritu, nell’introduzione a El Laberinto del Fauno, sceneggiatura del film candidato all’Oscar di Del Toro pubblicata da Ocho y Media insieme a storyboard e foto esclusive dal set.

C’era una volta in Messico

Dopo sette solitari mesi di agonia a montare il mio primo film Amores Perros chiuso nello studio di casa mia in Messico, decisi, attraverso il nostro mutuo amico Antonio Urrutia, di inviare una copia in formato VHS della mia pellicola a Guillermo Del Toro, che conoscevo per la sua opera ma non personalmente.

Il giorno dopo e anche per i quindici seguenti il mio telefono non smise di suonare alle 6:30 del mattino. Guillermo, con grande generosità, elogiava la mia opera prima però allo stesso tempo insisteva veementemente con molte idee per montare e ridurre la durata del mio film; alcune molto chiare e buone, altre da chiuderlo in manicomio.

Tuttavia il suo interesse e la sua passione per la materia mi impressionarono. La nostra amicizia cominciò per telefono tra discussioni accese rispetto a questa scomoda e disgraziata fettina di 10 o 12 minuti che tutta la pellicola aveva (Guillermo direbbe erano 20) e che per qualche ragione (come i fianchi) sono la più difficile da perdere e che può essere definitiva per un’opera.

In alcune di queste conversazioni lo sfidai a smettere di insistere (a.k.a. rompere il cazzo) per telefono e che se era così interessato, venisse sul campo di battaglia a sporcarsi le mani per vedere in prima persona che si stava sbagliando. Due giorni più tardi, suonarono alla porta di casa mia.

Indovina chi ti svuota il frigo

Aprì e mi trovai un grassone con gli occhi più vivi e intelligenti che avevo mai visto in tutta la mia vita.

Il suo volto esprimeva l’eccitazione e il sorriso di un bambino e la fame di un battaglione che per i successivi tre giorni finì il cibo nel mio frigo, ma che riuscì pure a convincermi che non avevo solo conosciuto uno degli uomini più brillanti, simpatici e sensibili, ma anche un grande essere umano che mi fece passare tre dei giorni più felici della mia vita e che attraverso la sua intelligenza e talento mi aiutò e spinse, letteralmente, ad avere il valore e il rigore necessario per concludere una volta per tutte il mio primo film.

Più tardi compresi era lo stesso rigore che applicava alle sue creazioni.

Alejandro Gonzalez Inarritu e Guillermo Del Toro, Dialoghi sul Cinema - CineFatti

Non scommettere col Grassone

[…] Averlo come amico è una grande lezione e una delle più grandi benedizioni e privilegi che questa carriera mi ha dato.

L’unica cosa che non mi piace è scommettere con lui. Vince sempre e si fa pagare la vincita in sofisticati ristoranti giapponesi.

In ogni caso, devo dire che in cambio della bancarotta, il Grassone è sempre responsabile, per il semplice fatto di stare con lui, di ricordarmi che, come nei suoi film, la vita è una tragedia per chi sente e una commedia per chi pensa.

Traduzione nostra.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.