The Last Stand

The Last Stand – L'ultima sfida (Kim Ji-woon, 2013)

The Last Stand: la nuova sfida di Schwarzy – di Fausto Vernazzani.

Il ritorno di Arnold Schwarzenegger al cinema: come si può reagire ad una cosa simile, come può un comune mortale non correre nelle sale più vicine per vedere ancora una volta quel grugno austriaco sparare battute terribili sul come farà a pezzi questo o quel cattivo. Impossibile resistere, a meno che non siate fan del cinema d’azione che lo ha reso tanto famoso da poter ottenere la carica di Governator della California. Non è però l’unica ragione per cui andare al cinema a vedere The Last Stand, tutt’altro: la prima e principale è infatti l’esordio negli Stati Uniti del regista coreano Kim Ji-woon, fattosi conoscere alla platea internazionale prima con il k-horror A Tale of Two Sisters, poi con i thriller A Bittersweet Life ed I Saw the Devil, passando per il western Il buono il matto il cattivo.

Un curriculum eccellente per i produttori d’oltreoceano desiderosi di succhiar l’anima ai maestri della Sud Corea, il curriculum necessario per affrontare la produzione d’un western/action movie contemporaneo. La storia è semplice, Ray Owens (Arnie) è l’anziano sceriffo di Sommerton, cittadina sonnacchiosa al confine con il Messico dove i crimini da risolvere coinvolgono sempre dei gattini sopra a un albero e niente più. A scuotere le sabbie di Sommerton sarà il fuggitivo Gabriel Cortez (Eduardo Noriega), signore della droga scivolato via dalle mani dell’FBI, rappresentata dall’agente Bannister (Forest Whitaker). Mentre Cortez elude tutti i posti di blocco delle forze di polizia, Owens si prepara insieme alla sua squadra di vice a bloccare il passaggio del criminale con ogni mezzo a sua disposizione.

Del regista di A bittersweet life sopravvive ben poco, la cura dell’immagine e la costruzione della scena va a farsi friggere a favore di una regia da mestierante devoto al divertimento e niente più. In poche parole The Last Stand non è né più né meno di un film d’azione qualunque, fatto per divertire e che riesce a divertire nonostante la peggiore interpretazione di tutta la lunga carriera di Schwarzenegger – il che è tutto dire – accompagnato però da un cast di tutto rispetto che vede nei comprimari attori di qualità come Peter Stormare, Luis Guzman, Rodrigo Santoro e i meno capaci Johnny Knoxville e Jaimie Alexander, a cui si aggiunge poi un breve quanto epico cammeo di Harry Dean Stanton. Gioca, il regista, gioca con quelle icone e quegli attori da lui visti solo da lontano, incapaci di raggiungere la stessa espressività di attori del calibro di Choi Min-sik e Lee Byung-hun a cui lui era abituato, togliendo profondità ad ogni primo piano.

The Last Stand vale in realtà solo nella sua fetta finale, senza proiettili e senza scazzottate è come un film qualunque con Dolph Lundgren accompagnato da pochi sprazzi di grande regia, talmente brevi da non giustificare, in effetti, l’utilizzo dell’aggettivo “grande”, messo lì più per nostalgia del talento del regista che altro. Volendo farla breve, L’ultima sfida è un film fatto per chi cerca un action movie standard e due ore di divertimento senza chiedere null’altro. Per Kim Ji-woon ci auguriamo un fruttuoso ritorno a casa per lavorare con ciò che meglio conosce.

Annunci

2 pensieri su “The Last Stand – L'ultima sfida (Kim Ji-woon, 2013)

  1. Sorte toccata a tanti grandi del cinema orientale, vedi anche John Woo.
    Io continuo a sostenere la superiorità del cinema asiatico,solo loro riescono a far risorgere come una fenice il cinema di genere.
    Prendi ad esempio ;L’uomo che veniva dal nulla,man from nowhere sti cazzi è un grandissimo grandissimo film, violentissimo e commovente.
    ps: però Arnold mi è sempre piaciuto e per affetto e nostalgia mi gusterò anche sta roba va!

    Mi piace

Rispondi a viga1976 Annulla risposta

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.