Mia madre

Mia madre (Nanni Moretti, 2015)

Ritorno da Mia madre. Dormire nella casa dell’infanzia, dopo anni di assenza, è sempre un’esperienza particolare. Tutto sembra più piccolo di come lo ricordavamo. L’odore però è familiare. Ti assale non appena varchi la porta. Basta una frazione di secondo e il presente cede il passo al passato, a quando mamma ti accudiva premurosa, ti sgridava e poi con un sorriso ti faceva capire che … Continua a leggere Mia madre (Nanni Moretti, 2015)

Verhoeven a Roma 7

ROMA 7: Diario – Episodio II

A Roma 7 l’ostia è insapore e cala il freddo del Nord – di Fausto Vernazzani. Il sabato i lupi scendono a valle, come sciacalli si aggirano di colpo nell’Auditorium al suo primo fine settimana pronto ad accogliere le folle del popolo e del popolino romano e di tutta Italia. A Roma 7 s’inizia ad avere difficoltà a camminare, il prendersi a spallate diventa il primo modo … Continua a leggere ROMA 7: Diario – Episodio II

Caterina va in città (Paolo Virzì, 2003)

di Francesca Fichera. Un certo Johann Wolfgang Goethe, ne Le Affinità Elettive, sosteneva che appropriarsi di un’opera d’arte, imbottirla di verità, equivale a perderla. Non è mia intenzione imbastire alcun discorso sui massimi sistemi a partire da un film di Paolo Virzì. Ma se si dice qualcosa è, nella stragrande parte dei casi, per un motivo ben preciso. A maggior ragione se la si scrive. … Continua a leggere Caterina va in città (Paolo Virzì, 2003)