Sedicicorto International Film Festival - CineFatti

SediciCorto 2016: 10 corti colpi di fulmine, Parte I

Dalla selezione ufficiale del SediciCorto 10 piccoli film di cui ci siamo innamorati – di Fausto Vernazzani.

SediciCorto pensi in piccolo e sogni in grande. È la palestra del cinema, un luogo a cui però non è negato di dare il massimo e mostrare il meglio, al pari della vita adulta cui molti “piccoli” registi sono destinati.

A Forlì dal 7 al 16 Ottobre si sta tenendo la tredicesima edizione del SediciCorto International Film Festival e noi ci riteniamo fortunati di aver potuto pescare dall’enorme bacino per vedere piccole opere da maestro.

Questi 10 corti colpi di fulmine sono solo i primi, cortometraggi da vedere per il valore artistico, documentaristico ed espressivo, testimoni dell’importanza di un festival di cinema breve come il SediciCorto.

Semele

Un’opera drammatica elegante e delicata su una giovane bambina in cerca di una firma per un documento scolastico, in realtà toccante metafora sull’assenza di un genitore e il vuoto incredibile che si porta dietro. Il regista cipriota Myrsini Aristidou ha il pregio di sapersi sganciare dalla nuova immagine del cinema in lingua greca, rientrando in parametri comuni con un cortometraggio pieno di grazia e stile.

Poop sobre pobreza

Corto, cortissimo. In 6 minuti Vijay S. Jodha dice la sua senza indorare la pillola: perché nel mondo è giusto osservare da turisti usanze di altri popoli come fossero pura e semplice tradizione quand’è invece solo povertà? Le donne si mettono in posa per gli scatti dei turisti mentre portano sulla loro testa grosse scodelle piene di escrementi di cammello, unico combustibile alla loro portata. Jodha centra il bersaglio senza perdere tempo.

Glasshus

Il duo norvegese Erik Ivar Sæther Nicolai Berg Hansson se è stato presentato a Cannes ci sarà un motivo: la loro casa di vetro suscita emozioni contrastanti, conquista con un divertimento grottesco, fantascientifico. Con un carrello in apertura siamo introdotti a una cena di famiglia, presto trasformatasi in un’inquietante discussione fin troppo distaccata sul divorzio tra padre e madre. L’incubo glaciale della trasparenza? 

Glasshus, Corto di Sedicicorto - CineFatti

La voce

David Hulot ha diretto una piccola disturbante meraviglia. Contrappone alle viscide interiora dei maiali la bellezza dell’opera lirica, dando al suo magnifico protagonista la voce dell’uno e dell’altro. Intanto ne distrugge la vita, poco alla volta, ponendolo in un bianco e nero pieno di ricordi orribili, angoscianti e grotteschi. È una storia che meriterebbe di esser subito allargata a lungometraggio. Splendido.

9 Days – From my Window in Aleppo

Semplice ed efficace, Floor van der Meulen e Thomas Vroege con un piccolo documentario mostrano la rapidità con cui Aleppo è crollata sotto il peso della guerra, dell’invasione e della devastazione totale. Attraverso una finestra e nove giorni, scatti fotografici e immagini video, ci è dato modo di vivere uno scorcio della tragedia con cui i media si sono riempiti la bocca e la pancia. È un documento a suo modo importante.

Le dernier raccourci

Mitterand abolì la pena di morte dando al 1977 il titolo di ultimo anno in cui fu applicata in Francia e in Europa, con la decapitazione di Hamida Djandoubi. Quei finali istanti sono protagonisti del film di Peter Dourontzis. Niente indugi, se non per una breve citazione ai crimini commessi da Djandoubi, nessun discorso retorico: solo la puzza di vecchio e insensato emanata dall’orribile rituale della pena di morte. Un film doloroso.

Le dernier raccourci, Sedicorto - CineFatti

The Swelling

Un pizzico di retorica rovina la visione futuristica distopica del tedesco Tom Bewilogua, tuttavia resta la grafica accattivante e l’idea cronenberghiana alla base a mantenere viva l’attenzione sul cortometraggio. Le atmosfere già note – Cronenberg, Lynch, Ridley Scott sono dietro ogni singolo fotogramma del film di Bewilogua – creano un rapporto di familiarità con lo spettatore, dandogli bene modo di seguire la narrazione e concentrarsi sul misterioso gonfiore che affligge il protagonista.

Madam Black

Il neozelandese Ivan Barge dirige una deliziosa commedia su un fotografo alle prime armi, “gatticida” involontario spinto dal rimorso verso la piccola proprietaria a fingere di ricevere lettere dalla gatta morta, Madam Black. Brilla per simpatia e per il bravo protagonista Jethro Skinner. Saranno pure solo 11 minuti, ma bastano a mettere di buon umore chiunque. Persino i gattofili convinti sconvolti dal mcguffin di partenza.

dark_net

Tom Marshall è arrivato a metà tra una parodia televisiva e un film di Ben Wheatley, commedia nera con l’accento british e un montaggio sincopato à la Edgar Wright. Insomma, pura scuola britannica al 100%. Gli amanti del cinema inglese saranno soddisfatti fin nelle ossa, a partire dalla fotografia fino alle sorprese della sceneggiatura, col suo uomo qualunque attratto dall’idea di avere un sicario per uccidere il suo rivale in amore, il “povero” Barry e il suo insopportabile cagnolino.

Boiler

È un compleanno o chissà quale altra occasione speciale, è più di tutto la vigilia della fine per una madre single e il suo bambino. Le finestre sono sigillate con lo scotch, il gas è acceso e l’aria nella piccola casa presto diverrà irrespirabile. Finché qualcuno non bussa alla porta… L’esordio alla regia della sudcoreana Lee Young-A è nello stile del suo paese, il dramma cammina mano nella mano con l’ombra di un momento tragico. Un’aspra critica, attacco al silenzio in cui sono costrette le frange più povere della popolazione, private anche della sicurezza del proprio appartamento.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.