Piccolo dizionario sragionato sui film di danza

Piccolo dizionario sragionato sui film di danza 

(vedi: New York Academy, Step Up, Dirty Dancing, Footloose, Flash Dance, Save the Last Dance, Shall We Dance, Honey, e se ne avete visti di più c’è davvero qualcosa che non va in voi)

di Ambra Porcedda.

A – AMORE

Da Step Up a Dirty Dancing, da Flash Dance a Honey, quello che dovremo subirci sarà una inevitabile storia d’amore. Una  roba melensa e scontata che, purtroppo, sarà la spina dorsale di tutta la pellicola. Lui, lei. A volte l’altro, ma raramente.

Comunque vada, lo sapete, alla fine dello spettacolo scatterà il limone. Sempre che non sia partito lo strusciamento di mutanda ritmico durante le prove.

Dizionario sui film di danza - A: Amore

B – BALLETTO

Che sia il Lago dei Cigni o una salsa cubana avvolta in cellophane e perline, si parla di questo. Si balla, un due tre quattro, si agitano tutti i pezzi del corpo secondo il ritmo delle ultime canzoni pop che finiranno in classifica.

State battendo il piedino, vero? Vi vedo, eh.

Vi vedo mentre dondolate la testa di fronte alle evoluzioni coordinatissime della crew che prova per la prima volta la sua coreografia senza essersi mai conosciuta prima. Lasciate stare, non provateci a casa. O almeno filmatevi e mettete tutto su internet, che sono sempre alla ricerca di video demenziali.

C – CUORE

Sissignori, si balla col cuore. Anzi, durante gli allenamenti estenuanti, ci sarà sempre qualcuno che verrà e vi poggerà la mano sul petto e vi dirà: devi ballare con questo. Col CUORE, con tre C davanti, col CCCUORE.

Specie se siete ballerine algide e totalmente a digiuno di twerking, vi basterà scaldare il cu…ore et voilà, in confronto J. Lo era un Mauro Repetto qualunque.

Dizionario sui film di danza - C: Cuore

D – DIFFERENZE SOCIALI ED ECONOMICHE 

La danza nei film hollywoodiani è una sorta di miracoloso agente capace di unire le differenze tra persone che nella vita vera non solo non si piacerebbero ma solitamente tendono a spararsi pure una con l’altra.

Se siete una frigida bionda dei quartieri alti, c’è poco da fare, finirete anca ad anca con un nerboruto Kunta Kinte dal passato difficile. Siete una saldatrice pagata in voucher e con una permanente troppo riccia? Il vostro capo milionario è pronto a stracciarvi qualche assegno e qualche perizoma, solo a sentire il ritmo della conga.  Non solo, se siete proprio una cricchetta di ninos de rua newyorkesi, basterà mettere in fila quattro sequenze di passetti aggraziatissimi e la rivincita sociale è servita.

E – ESIBIZIONE 

L’atto finale. Il climax, inteso come intendeva il dottor Masters, avviene tra il momento il cui sedervi vi viene difficile (sia per il crescendo ritmico sia per il crescendo delle gonadi) e i titoli di coda.  Durante questi 4 o 5 minuti, preceduti da un’ora e mezza di film, i protagonisti esprimeranno con tutta la loro passione un concetto che, forse vi era sfuggito, è fondamentale: la danza.

Preparatevi a salti in controluce su antichi palchi, capriole in controluce in moderni hangar col sound system, piroette in controluce dentro aule col parquet. Controluce, sempre. Col ralenti, pure.
Ah, se si tratta di una gara, inaspettatamente proprio, il protagonista risulterà vincitore.

F – FIANCHI

Muovi i fianchi, avanti. Ce l’ha fatta anche Richard Gere. Ed eravamo ad un passo dall’osteoporosi.

Dizionario sui film di danza - F: Fianchi

G – GARA (VEDI ESIBIZIONE)
H – HIP HOP 

Baby non deve essere messa da nessuno in un angolo, ma se arriva Jessica Alba almeno un po’ di tre quarti la si lascia volentieri.

Da quando l’hip-hop ha preso il posto dei vari tormenti latino americani, nessuno è più salvo. Perché non mi vuoi dire che quel cazzo di Tchaikovsky non ha bisogno di un po’ di modernizzazione? Non ci vuoi mettere manco ddu botte di pube mentre quello sta a schiaccià le noci?

I – INFRANGERE LE REGOLE (VEDI REGOLE)
L – LAMBADA (VEDI MACARENA)
M – MACARENA

Il testo della canzone che ci hanno fatto ballare impunemente durante gli anni della nostra formazione parla di un’orgia della fidanzata di tale Vittorino con due ragazzi amici del cornuto.  Chiaro che Ball Room di Luhrmann non ci faccia nessun effetto, nonostante si sforzi duro di sembrare così ribelle.

Film di danza | M - Macarena

N – NONNO 

O babbo morto, mamma invalida, sorella zoppa e fratello tossico. Per essere una brava ballerina o un talentuoso danzatore devi avere i problemi in famiglia.

O – OBIETTIVO 

Te lo dicono per  150 minuti che devi seguire il tuo sogno, inseguire il tuo obiettivo. Fregatene della crisi contingente, molla quella laurea in ingegneria gestionale che piace tanto a mamma e trasferisciti a New York, dilapidando i soldi del nonno invalido.

Segui i tuoi obiettivi, diventa ballerino. Che, ragazzi, ci si sistema così. Sapete quanto in fretta si passa dalla friggitrice alla cassa di Mc Donald’s con una spaccata volante?

Dizionario sui film di danza - O: Obiettivi

P – PASSI 

Nuovi passi, questo è quello che in ogni film di danza ci insegnano che si deve fare. Nuovi passi che dovrete rigorosamente rubare da qualcuno che avete visto per strada. E no, non era un attacco epilettico, voi segnatevi i nuovi passi che vi faranno vincere la gara che all’ambulanza ci penserà qualcun altro.

Q – Q.I. QUOZIENTE INTELLETTIVO: non pervenuto.

Dizionario film di danza - Q: Q.I.

R – REGOLE 

Il mondo della danza è fatto di regole che manco un esercito pensato da Kafka. Scuole rigidissime, professori sadici e borse di studio che manco a fare un’ISEE a zero facendosi mettere nello stato di famiglia di nonno (sì, sempre lui).

Ma il protagonista le infrangerà tutte e, come solitamente succede in tutte le istituzioni fortemente strutturate, otterrà grandi vantaggi da questo come la stima di professori, somme in denaro e quello sguardo lontano di approvazione di vostro babbo che finché non v’ha visto volteggiare pensava foste solo la zoccola scema del paese.

S – SCUOLA 

La Juilliard di New York.

T – TUTU’

Gli abiti di scena saranno sempre sexy e perfetti. Nel caso foste nulla tenenti, una vecchia vicina dal passato danzereccio vi presterà i vestiti di Carla Fracci.

U – ULTIMO MINUTO 

No, non è la geniale e mai dimenticata trasmissione di Rai Tre che ha aiutato mia mamma ad essere ancora quel pelino più ansiosa, facendole temere anche oggetti inanimati all’apparenza innocui come le sedie, l’aria e gli atomi tutti. All’ultimo minuto è l’orario a cui ci si presenta ad una gara o esibizione.

Si entra spingendo le maschere e si arriva – carichissimi – un secondo prima di entrare in scena. Così, manco il tempo di lucidarsi la conchiglia.

V – VESSAZIONI 

Ogni protagonista subisce diversi dispetti dalla vita, giustamente direi. Col ballo, però ottiene il riscatto. Io spero che questo riscatto sia temporaneo e che ritorni a sucare durissimo appena finito il film, ma non voglio illudermi.

Z – ZORBA IL GRECO 

Ecco, questo è un bel film di danza. E potete usare il sirtaki ogni volta che qualche amico vi poggia un braccio sulla spalla.

Dizionario sui film di danza - Z: Zorba il greco

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.