Dialoghi sul cinema – Pier Paolo Pasolini intervista Franco Citti

di Francesca Fichera

Dai Dialoghetti sul cinema e sul teatro inseriti ne Il caos, omonima raccolta della rubrica tenuta da Pier Paolo Pasolini sul settimanale Tempo, si ricavano tante interpretazioni del cinema quante sono le diverse personalità che le esprimono. Letture personali della Settima Arte, del suo significato per l’individuo, del suo significato per la società, del suo significato in una vita. Semplici, condivisibili o discutibili, le risposte degli artisti alle domande di un artista (Pier Paolo Pasolini) hanno in comune una cosa: non chiudono il campo dell’arte entro i suoi confini semantici, bensì lo spalancano, rilasciando preziose dichiarazioni sul legame che l’arte instaura con l’esistenza, e sui modi possibili in cui l’essere umano lo declina. Da Ninetto Davoli a Pierre Clementi fino a quest’ultimo incontro, tra Pasolini e l’attore Franco Citti, è detta una cosa fondamentale: che la vita senz’arte è arida, mentre l’arte senza vita (reale) è impossibile. E se c’è è falsa, perché è impura.

***

Pier Paolo Pasolini: Cos’è il cinema?

Franco Citti: Il cinema è il cinema.

PPP: E cos’è la realtà?

FC: Quella che esiste solo nei puri.

PPP: E tutto il resto cos’è?

FC: E’ ingiustizia.

PPP: Il cinema rappresenta sempre la realtà?

FC: Io penso che rappresenti, in generale, l’ingiustizia. Perché i registi puri sono pochi.

PPP: Tu in quale realtà vivi? Nella realtà che è nel cuore dei puri o nella realtà che è ingiustizia (e che Elsa Morante e io chiamiamo “irrealtà”)?

FC: Io vivo nella realtà che è nei cuori dei puri, ma sono costretto anche a vivere l’ingiustizia.

PPP: E che differenza c’è fra te nella realtà e te nel cinema?

FC: Ma…  io immagino che il cinema sia un guadagno, e la realtà mia sempre purezza…

PPP: Ma che uomo puro sei, se fai il cinema per guadagnare?

FC: E gli altri perché lo fanno?

PPP: Ma gli altri non pretendono di essere puri.

FC: E infatti io non ho mai guadagnato…

PPP: Così però ti contraddici…

FC: Ma io, mi voglio contraddire.

PPP: Formuliamo allora la questione in modo più concreto: sei più “vero” in quanto Franco Citti oppure in quanto “Accattone” o “Edipo”?

FC: In quanto Franco Citti.

PPP: Forse perché Franco Citti è più contraddittorio di “Accattone”?

FC: Mi contraddico proprio perché ho fatto del cinema.

Franco Citti in Accattone di Pier Paolo Pasolini

PPP: Quando hai fatto Accattone, dunque, eri tutto “nella realtà che è nel cuore dei puri”, facendo del cinema sei entrato anche  nella realtà che è “ingiustizia”: è così?

FC: Io dico che facendo Accattone non ho fatto un solo film, ma ne ho fatti due: io l’ho fatto con il cuore e Pasolini con la fantasia. Con il cuore, io, cioè all’insaputa di quello che io ho fatto: per inesperienza di cinema. Mentre la fantasia è l’esperienza che hanno gli artisti.

PPP: Allora io ti ho usato per la tua realtà (inconsapevole di se stessa e, come hai detto, appartenente al mondo dei puri): ma le azioni di Accattone (sfruttare donne, rubare, ecc.) sono azioni pure, nel senso che tu dici?

FC: Purezza è una cosa aperta… libera… Vi possono far parte anche lo sfruttare donne o il rubare…

PPP: Perché pensi che i fascisti e i borghesi si siano tanto accaniti contro un personaggio “reale” (puro) come Accattone?

FC: Ti posso dire solo una cosa: io non so cosa significa la parola “fascista”, anche dopo avere tanto sofferto per colpa dei fascisti.

PPP: Tu prevedi che dovremo soffrire anche per colpa di Porcile?

FC: Sì, perché i fascisti vivono in quella realtà che è ingiustizia.

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.