VIEW2012: I protagonisti della VIEW Conference torinese, Parte II

Secondo giorno alla VIEW Conference e le cose non potrebbero andare meglio. Noi siam sempre lontani, condannati a sognare sui tanti ospiti della rassegna torinese. Nella puntata precedente vi ho parlato di Gary Rydstrom, Dan Glass, Marco Genovesi, Paul Franklin e Tristan Oliver, cinque fuoriclasse il cui lavoro non rimarrà mai nell’angolo di una stanza sperduta, ma sarà d’esempio per le generazioni future.  Oggi è quindi il turno di altri cinque grandi nomi che tutti dovrebbero conoscere, persone che meriterebbero di essere riconosciute tra la folla tanto quanto altre Star.

Non avrà forse contribuito a cambiare il mondo, eppure quando qualcosa manca e qualcuno non si trova, può spesso capitare di sentir menzionare Il Laboratorio di Dexter, una delle più celebri creazioni di Genndy Tartakovsky. Animatore, sceneggiatore, regista e produttore, la sua carriera ha fatto il giro del mondo con Dexter e Le Superchicche, Samurai Jack ed una commissione fattagli da uno qualunque, un certo George Lucas che gli chiese di dirigere una miniserie animata di Star Wars. Dopo aver vinto Emmy su Emmy, è approdato alla Sony Pictures Animation dove firma un contratto il cui risultato è il suo primo lungometraggio animato Hotel Transylvania. In anteprima saranno presentati i primi 20 minuti alla VIEW Conference.

Candidato agli Oscar per i migliori effetti speciali nel 2010 per Alice in Wonderland, David Schaub è uno che con il digitale ci sa fare. Supervisore all’animazione in film sia animati che in live action, Schaub è un uomo che almeno una volta all’anno deve prendere una nomination in qualche festival, che siano Oscar, Bafta, Saturn Awards o gli Annie. Sua fu l’animazione di Stuart Little e degli alieni della commedia fantascientifica Evolution, ma anche dei più recenti Io sono leggenda e The Amazing Spiderman, film per cui farà da accompagnatore alla VIEW. Impiegato presso la Sony Pictures Imageworks, è tra i tanti animatori che hanno realizzato innovazioni che hanno semplificato il lavoro degli stunt sul set del film di Marc Webb e non solo.
La nostra recensione di The Amazing Spiderman.

Per diventare Visual Effects Associate Supervisor alla Industrial Light & Magic devi essere un guru degli effetti visivi: Jason Smith è tra loro. Amante anche del creature designing, Smith è una delle principali menti dietro i visual effects di The Avengers, terzo più grande successo commerciale della storia del cinema, e anche se Wally Pfister (direttore della fotografia leale a Nolan) crede che il film sia girato male, nulla si può dire contro il design e i VFX del film di Joss Whedon. Nel team di Transformers negli anni passati, serie cinematografica pluri-nominata agli Oscar, sarà probabilmente destinato ad avere una nomination tutta sua proprio con questo film, di cui parlerà focalizzandosi sulla creazione dell’Hulk, sui veicoli aerei della SHIELD e sulla New York difesa dal gruppo di supereroi.

Pensate alle serie TV tra le più premiate ed amate di sempre. Questi sono alcuni dei titoli che uscirebbero fuori: Lost, I Soprano, The Wire e la recente vincitrice dell’Emmy come Miglior Serie Drammatica Homeland. Dan Attias le ha dirette tutte, regista televisivo con un’esperienza di 25 anni che sarà presente alla VIEW Conference per parlare del suo approccio registico ad ogni singolo episodio su cui ha dovuto e dovrà lavorare. Un mestiere che sa fare più che bene, visti i risultati raggiunti in alcuni dei serial più interessanti di questo decennio e, con Homeland, anche del prossimo. Un’occasione più unica che rara quella di sentir parlare chi ha militato come assistente alla regia per Steven Spielberg, Wim Wenders, Ron Howard e Francis Ford Coppola, un’artista che non ha barriere e di cui speriamo si sentirà parlare anche relativamente al grande schermo.
La nostra recensione della prima stagione di Homeland.

Non è solo con il bel cortometraggio animato The Incident at Tower 37 che Chris Perry si è fatto conoscere, numerosi i premi e le candidature ottenute in moltissimi festival, tra cui il Palm Springs International ShortFest, ma anche come insegnante all’Hampshire College. E’ lì che fa da insegnante tenendo delle lezioni sul come portare una storia, un’idea o un personaggio sullo schermo dove il lavoro degli animatori e dei 3D Modeler farà il resto. Un corso che interesserebbe a molti anche da noi qui in Italia ed è anche per questo che si trova alla VIEW Conference per tenere un workshop sulle fasi di realizzazione di un progetto d’animazione, una tecnica a lui non nuova viste le sue esperienze anche alla Pixar Animation Studios in A Bug’s Life, Alla ricerca di Nemo e Toy Story.

Il sito: http://viewconference.it/
Twitter: https://twitter.com/viewconference
FaceBook: https://www.facebook.com/pages/VIEW-Conference/54460160928

Fausto Vernazzani

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.