Lars Von Trier accusato ufficialmente di Giustificazione di Crimini di Guerra

di Fausto Vernazzani

La moda Primavera/Estate 2011 ha lanciato un articolo di grande successo che a quanto pare si sta prolungando anche alla stagione Autunno/Inverno pronto a risalire al vertice delle vendite, ed il suo nome è: “Il caso Lars Von Trier”. Il popolo cinefilo e non si è spaccato in due in seguito alle dichiarazioni del regista danese riguardanti Hitler e il Nazismo, c’è chi lo vorrebbe impiccato o messo al rogo come si farebbe con un Generale delle SS e chi invece lo difende a spada tratta. Io sono uno di quelli che lo difende. Il maggio scorso il regista se ne uscì con una battuta un po’ infelice in cui si dichiarava un nazista per le sue posizioni contro Israele, uno scherzo sul fatto che la collega Susanne Bier sia ebrea e un’altra sua affermazione riguardo il suo “capire” Adolf Hitler.

Chi ha visto la conferenza stampa, fisicamente e non, può benissimo notare come non ci sia stato nessuno scandalo in quel momento, ma come i giornalisti stessero effettivamente ridendo ai suoi jokes, cosa che andava avanti dall’inizio di una serie di botta e risposta piacevoli tanto col cast quanto con Von Trier. I giornalisti sono però una razza notoriamente infame e hanno deciso di distruggere Von Trier, stravolgere le sue dichiarazioni e trasformarlo in un nazista, estrapolando le sue parole dal contesto generale e riproponendole come se il regista avesse detto che era felice che Hitler avesse sterminato gli ebrei & Co  Le conseguenze furono la dichiarazione di Von Trier come Persona Non Grata al Festival di Cannes, un ‘Fuck You’ dedicato da lui al collega Nicolas Winding Refn, in seguito alle dichiarazioni di quest’ultimo di ‘disgusto’ per ciò che Lars disse, cosa che a lui non stava per niente bene visto che i due si conoscono a quanto pare da quando Refn era solo un mucchietto d’ossa.

Cos’è successo per spingermi a riportare la questione in auge? Lars Von Trier è stato accusato dalla polizia danese di aver giustificato un crimine di guerra con le sue dichiarazioni in quella conferenza stampa, che faranno da prova contro di lui. Lui come l’ha presa? Ovviamente molto male, e se prima aveva già promesso di smettere di rilasciare interviste o di fare discorsi pubblici, adesso lo giura con queste parole:

Oggi alle 2 di pomeriggio sono stato interrogato dalla Polizia del Nord Zealand in relazione alle accuse fatte dalla procura di Grasse in Francia nell’Agosto 2011 riguardanti una possibile violazione della proibizione dettata dalla legge francese sulla giustificazione dei crimini di guerra. L’investigazione si basa sui commenti fatti durante la conferenza stampa a Cannes nel maggio 2011. A causa di queste serie accuse ho capito che non posseggo l’abilità di esprimermi senza essere equivocato e ho pertanto deciso che da questo giorno in poi mi rifiuto di rilasciare dichiarazioni pubbliche o interviste. [5 oct. 2011]

E’ curioso notare come ci sia tanto accanimento su una persona che in fin dei conti ha solo spiegato le sue sensazioni riguardo a un uomo, Adolf Hitler, nate in seguito alla visione del film La Caduta di Oliver Hirschbiegel in cui un fantastico Bruno Ganz dipinge un dittatore sanguinario con una mano tremante, umana. Questo dichiarò Von Trier nella stessa intervista su IndieWire in cui mando a quel noto-paese-sud-equatoriale Nicolas W. Refn, aggiungendoci anche delle scuse per ciò che disse visto che le sue parole furono distorte in tal maniera.

Ognuno poi la può pensare come vuole certo, ma leggete bene i fatti, date un occhio a tutti gli aspetti della vicenda e non so, forse un giorno si riuscirà a creare un’associazione “Hugs for Lars Von Trier” invece di volerlo odiare per forza per qualcosa che in fin dei conti non ha mai né detto né fatto.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.