Loro chi? (Francesco Micciché, Fabio Bonifacci, 2015)

di Fausto Vernazzani.

La domanda è quasi meta-cinematografica: Loro Chi? La pongono gli scettici – come dar torto a costoro -, chi fatica ancora a credere che sia possibile acquistare un biglietto per un film italiano, seguire la carriera di attori, registi ed esordienti promettenti, quel “loro” composto da uno sparuto gruppo di mestieranti in erba (o no) pronti a stupirci. Loro Chi? rappresenta uno degli anelli di questo cordone sempre più forte, una pellicola diretta da un documentarista e un ex-sceneggiatore con esperienza di quindici anni sulla macchina da scrivere. Chi ne è protagonista è un dettaglio in più a favore: uno dei volti principali di questa evoluzione, Edoardo Leo e l’espressività magnetica dell’ormai consolidatosi Marco Giallini. Come non amarlo?

La vittoria principale dietro Loro Chi? appartiene però ai fari della produzione italiana: l’Apulia e la Friuli Film Commission, il meglio dell’Italia dei finanziamenti per il cinema. Ci troviamo infatti a cavallo in giro per l’Italia: David (Leo) a 36 anni, lasciato alle spalle il sogno della scrittura, non ha più altre ambizioni che la disperata ricerca d’approvazione del suo capo, un’azienda di vernici industriali, al fine di ottenere un misero aumento di stipendio; quando l’occasione arriva, dal Friuli scende a Roma per una presentazione, dove incontrerà un cameriere, Marcello (Giallini), l’uomo che lo rovinerà per sempre. Truffato da uno sconosciuto, David vede la sua misera vita distrutta e parte alla ricerca di quel “Loro”, il piccolo affiatato team di criminali colpevoli della sua fine.

Fabio BonifacciFrancesco Micciché sfruttano la scia del successo di Smetto quando voglio – ufficiale la produzione di un seguito – e basano la propria pellicola sull’ironia della gioventù odierna, tra sogni e sacrifici in ginocchio dinanzi a una società sorda alle sue richieste, ma disposta a dar del “giovane” a qualcuno finché conviene. Funziona, Loro Chi? strappa più di un sorriso prima di trasformarsi in cinema italiano che imita l’America, il dream che ci risolleverà tutti, trasformando la nostra vita da così a così. In realtà è una lezione più italiana che mai, le aspirazioni, la lotta a oltranza alle istituzioni – non solo in senso stretto – sono una voglia appartenente più ai nostri concittadini che agli abitanti del continente oltreoceano.

Parliamo di una battaglia spesso basata su motivi incompresi o mal costruiti, ma nel caso di Loro Chi? è raro si esca da quegli ambiti lavorativi che più soffrono delle nuove politiche di menefreghismo e sfruttamento delle generazioni più sfortunate, nate dagli anni Settanta in poi. Bonifacci e Micciché comprendono l’evoluzione dei nuovi “giovani”, le loro sofferenze, con scaltrezza le riescono a portare sul grande schermo, affianco alla classica dose di belle donne (Lisa BorCatrinel Marlon), senza cui la commedia italiana ormai, purtroppo, non sa più vivere. Il loro apporto è, infatti, quasi nullo. Le spalle forti del cast sono solo Leo e Giallini, anzi, potremmo anche dire il nome di Giallini e chiudere la discussione.

Edoardo Leo è un protagonista di livello, ha talento, la bella presenza e quanto basta per esser credibile, quanto ha Giallini è ben di più: la sfacciataggine, la sfrontatezza e più di ogni altra cosa, un’espressione enigmatica stampata sul volto, una Gioconda davanti la macchina da presa con cui è facile giocare se lo strumento si sa usarlo. Micciché e Bonifacci hanno saputo farlo, a dimostrazione la scena migliore del film, la platea di un concerto con la folla coperta dalla maschera col volto di Giallini. Se solo avessimo avuto più momenti come questo, se le bizzarrie si fossero susseguite con maggior frequenza, Loro Chi? avrebbe potuto dare ancora di più, però anche così ci basta: una commedia simpatica, rispettosa delle questioni odierne. Siamo soddisfatti anche così.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.