Advantageous - CineFatti

Advantageous (Jennifer Phang, 2015)

Advantageous: la pre-distopia farmaceutica.

Sfogliamo il repertorio: “In un futuro non troppo lontano” oppure “Nell’’anno 2040“, sono diversi gli approcci con cui iniziare a descrivere cosa ci attenderà in un domani più o meno vicino del film di fantascienza di turno. Spesso e volentieri ci si prepara a indicare ogni lato negativo della società del futuro, ma il caso di Advantageous è diverso, al contrario di quanto siamo abituati a vedere, qui siamo alla vigilia della distopia. L’’orrore da sistemare è oltre la nostra storia, un dramma che anticipa l’arrivo delle visioni di George Orwell, Aldous Huxley e compagnia cantante.

Un domani, quando le lotte di classe saranno a malapena un fastidio, Gwen, volto di una grossa compagnia farmaceutica, è licenziata perché ormai troppo vecchia – a malapena quarantenne – rendendola inutile al prossimo miracoloso prodotto. Una procedura che permetterà ai malati di trasferire la propria mente in un corpo più giovane. Perdere il lavoro per Gwen significa togliere ogni possibilità per sua figlia Jules, bambina brillante, ma non abbastanza, a cui è stato negato l’’accesso a una delle poche scuole private dove ci si prepara alla vita adulta e non alla fame.

Il nuovo dramma fantascientifico di Jennifer Phang, presentato al Sundance Film Festival e adattato dal precedente omonimo cortometraggio, è una delicata storia su un rapporto madre-figlia, costruito con gentilezza anche grazie alla forte alchimia che unisce le due attrici Jacqueline Kim, anche co-sceneggiatrice insieme alla Phang, e Samantha Kim. Il rapporto tra loro, come anche la netta maggioranza dei dettagli riguardanti il background, è descritto attraverso azioni, movimenti, gesti. Sorprende il totale rifiuto di spiegoni, eccetto uno, impercettibile, per dare corpo all’’opera.

Esistono attacchi terroristici? Meglio vederli piuttosto che parlarne indirettamente. Ogni altra sensazione, scenario sono vissuti alla stessa maniera, nel pieno rispetto della classica regola da scuola di cinema del show, don’t tell. Nel caso degli indipendenti funziona più spesso che nei blockbuster, visualizza le ambizioni senza caderne vittima. L’’atmosfera, la società, così come la nostra vita quotidiana, esistono e vivono attorno ai protagonisti, ma quanto conta per gli spettatori è alla luce del sole.

La sonnecchiante divisione in classi la si percepisce negli occhi terrorizzati di Gwen, per cui esiste un solo destino possibile, lo stesso desiderato e mai esplicitato dalla Compagnia, offrirsi come cavia per sperimentare la nuova procedura. Il crollo nel fondo del barile sarà però solo un primo traguardo per il dolore a cui la tenera madre deve abituarsi e il calore della macchina da presa aiuta solo la malinconia a farsi avanti, a dare spazio alla preoccupazione. Neanche un briciolo di speranza, Advantageous guarda un presente farsi futuro con rammarico.

È in fin dei conti la solita allegoria, e il passaggio da un corpo anziano a uno più giovane non è una novità, ma anticipa il blockbuster di Tarsem Singh, Self/less, in uscita nei prossimi giorni negli Stati Uniti, e soprattutto dimostra di saper bilanciare l’’aspetto grafico desiderato dai più fervidi appassionati del genere con una storia che abbia a cuore il cervello. Jennifer Phang non punta solo allo scontato impatto emotivo, si prodiga perché sia innanzitutto la testa, così importante per il plot, a sentire ogni lacrima, ogni abbraccio e ogni istante di disperazione di Gwen.

Fausto Vernazzani

Voto: 3/5

2 pensieri su “Advantageous (Jennifer Phang, 2015)

    1. Colpisce a fondo, anticipare la distopia con una storia così drammatica rende il futuro immaginato oltre il finale ancora più pesante da digerire. È senz’altro uno dei sci-fi indipendenti più duri usciti in questi ultimi anni!

      Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.