Filmografia essenziale di un buon zombie fan – Parte III: 2000-2013

di Roberto Manuel Palo

Ed eccoci giunti all’ultima puntata di questa intensa e (spero) interessante avventura nel mondo degli zombie. Oggi rivelerò quali film vadano visti del nuovo millennio per ritenersi un buon zombie fan. Per i capitoli precedenti andate invece qui per i film dal 1931 al 1968, e qui per la seconda parte con gli horror dal 1968 al 1999.

Are You Ready?
Let’s Go!

Zombie Strippers
Zombie Strippers

1. Plaga Zombie – Zona Mutante (Pablo Pares e Hernan Saez, 2001). Dall’Argentina arriva un interessante zombie movie che tuttavia non riesce ad arrestare la grave crisi del genere degli anni Novanta. Tratto dall’omonimo corto girato dal duo nel 1998.

2. Resident Evil (Paul W.S. Anderson, 2002). L’unico pregio di questo film, tratto dal videogioco omonimo, è il fatto che, grazie all’enorme successo, è stato l’apripista per il boom incredibile che lo zombie movie ha avuto in questo decennio. [La recensione su CineFatti]

3. 28 Giorni Dopo (Danny Boyle, 2002). Zombie centometristi (della categoria infetti), regista di qualità, visione OBBLIGATORIA.

4. Undead (Michael e Peter Spierig, 2003). Simpatico film proveniente dall’Australia, basta guardare l’inizio per capire che la “serietà” non è di casa qui.

5. Shaun of the Dead (Edgar Wright, 2004). Ci sono solo due cose da dire. La prima è che il titolo italiano scandaloso e che non mi azzardo nemmeno a scriverlo per la vergogna. La seconda è che la visione OBBLIGATORIA.

6. L’alba dei morti viventi (Zack Snyder, 2004). Degno omaggio al film di Romero, film d’esordio di Zack Snyder e, clamoroso per un remake (omaggio, non remake, accidenti), visione OBBLIGATORIA.

7. La terra dei morti viventi (George A. Romero, 2005). Il ritorno agli zombie di Romero dopo il 1985, il maestro non perde il suo stile e il suo ritorno a casa merita una visione OBBLIGATORIA.

8. Fido (Andrew Currie, 2006). E se lo zombie potesse essere un docile animale domestico? Simpatica visione di un modo diverso di vivere gli zombie.

9. Poultrygeist: Night of the Chicken Dead (Lloyd Kaufman, 2006). Film in pieno stile Troma: Frattaglie, sangue, vomito, cacca, zombie, il tutto sparso nell’intero campo diegetico e anche un po’ in quello non diegetico. Per gli amanti dell’estremo più totale.

10. 28 settimane dopo (Juan Carlos Fresnadillo, 2007). Si temeva una grande schifezza per il seguito del film di Boyle e, invece, a mio avviso, questa pellicola è un seguito degnissimo.

11. Le cronache dei morti viventi (George A. Romero, 2007). Il maestro comincia a perdere colpi, ma è sempre il maestro e, per essere un buon zombie fan, bisognerebbe vedere tutta l’esalogia

12. Io sono leggenda (Francis Lawrence, 2007). Film che ha diviso come non mai per alcune discordanze col racconto di Matheson. Per quanto mi riguarda, a me è piaciuto.

13. Planet Terror (Robert Rodriguez, 2007). Sano divertimento e totale tamarragine, è questo ciò che si cerca oggi in uno zombie movie. Il film di Rodriguez regala entrambe le cose e in dosi massicce.

14. [Rec] (Paco Plaza e Jaume Balagueró, 2007). Ansia, tensione, paura. Non si direbbe mai che un film in stile Blair Witch Project potesse regalare le tre caratteristiche di un buon film horror, ma dalla Spagna arriva questo autentico gioiellino a smentire tutti. Visione OBBLIGATORIA.

15. Otto; or, Up with Dead People (Bruce La Bruce, 2008). Se si trova in Italiano un motivo ci sarà, credo.

16. Zombie Strippers (Jay Lee, 2008). Questo film va inserito nella filmografia essenziale semplicemente perché l’hanno visto tutti. E poi ci sono Jenna Jameson e Robert “Freddy Krueger” Englund.

17. [Rec] 2 (Paco Plaza e Jaume Balagueró, 2009). Degno successore del gioiellino del 2007, visione OBBLIGATORIA

18. Benvenuti a Zombieland (Ruben Fleischer, 2009). Solo contro tutti, continuo a dire che questa commedia horror è una vera gemma che non c’entra nulla con Shaun of the Dead. E fino alla morte dirò visione OBBLIGATORIA. [La recensione su CineFatti]

19. Dead Snow (Tommy Wirkola). Dalla Norvegia arriva un divertentissimo zombie movie con zombie nazi e scene davvero esilaranti. Non obbligatorio, ma consigliato. [La recensione su CineFatti]

20. Survival of the Dead – L’isola dei sopravvissuti (George A. Romero, 2009). Nell’ultimo film dell’esalogia degli zombie, la mano del maestro è scialba e stanca, ha perso tutto il mordente, ma per chi vuole essere completo deve armarsi di pazienza e vederlo.

21. The Horde (Yannick Dahan e Benjamin Rocher, 2009). Ormai si sa che i francesi sono capaci di sfornare buone pellicole in tutti i generi. Questo film ne è un degno esempio.

22. L.A. Zombie (Bruce La Bruce, 2010). Una pellicola che porta a nuove inaspettate vette il genere porno gay d’autore.

23. Quella casa nel bosco (Drew Goddard, 2011). Qui gli zombie fanno parte di una categoria tra tante di mostri assortiti, ma il film merita l’etichetta di visione OBBLIGATORIA. [La recensione su CineFatti]

24. Juan de los Muertos (Alejandro Brugues, 2011). Il film più costoso della storia della cinematografia cubana, si rivela essere una pellicola che dà una ventata di novità al genere zombie. E lo fa benissimo.

25. Cockneys vs Zombies (Matthias Hoene, 2012). Questa commedia horror inglese a me non è piaciuta molto, ma ha avuto un successo di critica e pubblico notevole, quindi è giusto che almeno ne conosciate l’esistenza. [La recensione su CineFatti]

26. ParaNorman (Chris Butler e Sam Fell, 2012). Film d’animazione meritevole di uno sguardo, abbastanza divertente. [La recensione su CineFatti]

27. [REC]³ – La Genesi (Paco Plaza, 2012). Questo terzo capitolo vira sulla commedia quasi demenziale e una parte centrale decisamente noiosa e poco spiritosa rovina un inizio molto interessante e un finale che, per un minimo, risolleva la pellicola.

28. Warm Bodies (Jonathan Levine, 2013). Uno zombie fan deve cogliere il pericolo che gli zombie potrebbero fare la fine dei vampiri con Twilight, però a me nonostante tutto non è dispiaciuto.

29. World War Z (Marc Foster, 2013). No comment. Ma lo zombie fan deve sapere che questo è un blockbuster che vuole fare i soldini. Punto. [La recensione su CineFatti]

See You Soon.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.