FEFF14: The Viral Factor (Dante Lam, 2012)

di Fausto Vernazzani.

Vaiolo bovino, una malattia a cui tutti noi dovremmo essere ormai immuni, ma uno scienziato in Giordania è in possesso di un campione e delle capacità di farne un’arma letale in grado di far arricchire le aziende farmaceutiche senza scrupoli. Per evitare questo rischio viene istituita una squadra internazionale di agenti che dovranno scortare lo scienziato in Norvegia, tra questi vi è Jon (Jay Chou) ed Ice, sua compagna. Non tutto va per il verso giusto, il convoglio subisce un agguato organizzato da Sean (Andy On), membro traditore della scorta, che uccide Ice e ferisce gravemente Jon dopo aver rubato il virus.

Partendo da questo incipit si può cominciare a dire che The Viral Factor, il nuovo film di Dante Lam, è tutto quello che ci si poteva aspettare: azione allo stato grezzo, un inizio di 20 minuti in lingua inglese dove non abbiamo quasi la minima idea di chi siano i personaggi principali, se non fosse per i volti noti di On e Chou. Lam non aspetta per far sfoggio del suo marchio di fabbrica, ormai apprezzato ampiamente anche dalla critica dopo il successo del suo The Beast Stalker. Lo spettatore è così catapultato in una confusione iniziale, in ambienti ben lontani dalle strade del quartiere di Kowloon e, più in generale, Hong Kong.

Jon sopravvive a quella che sembrava una ferita mortale, ma il suo caposquadra Ross (Carl Ng) lo dimette dalla squadra, permettendogli così di passare più tempo con la madre. Quest’ultima, colpita dalla paura di perdere il figlio, rivela dell’esistenza d’un fratello e del padre, allontanatisi da ormai 20 anni in Malesia. Ci viene così presentato Yeung (il fedele attore feticcio Nicholas Tse), ladro incallito appena evaso di prigione a cui viene commissionato il rapimento della Dott.ssa Rachel Kan (Lin Peng). Jon va in Malesia per incontrare il padre (Liu Kai-chi) e il fratello, ma lì scopre di che risma è fatta l’altra parte della famiglia, invischiata nel medesimo affare del virus che aveva stravolto la sua vita in Giordania. L’eterno dilemma: essere poliziotto fino in fondo o seguire la famiglia?

Una quantità di informazioni che possono apparire ingestibili, eppure Lam con la sua solita capacità di prestare attenzione al personaggio e alla narrazione, riesce nell’intento di dare la giusta profondità a tutti i suoi protagonisti. Evita di scendere nel minimo dettaglio psicologico, rimanendo in superficie a giocare con le grandi emozioni: famiglie perdute e ritrovate, famiglie nuove da proteggere e costruire, vendette e mondi da difendere. The Viral Factor pur non essendo quanto di meglio Lam ha girato in passato, è un esempio di ottimo cinema d’azione, con il giusto dosaggio di esplosioni, sparatorie e combattimenti a mani nude in cui Andy On (True Legend) e Jay Chou (The Green Hornet) danno il meglio di loro stessi dando sfogo al proprio talento.

Patito del dettaglio, Dante Lam crea la consapevolezza dell’importanza delle piccole cose per dar peso alle grandi, non parte da immense esplosioni, ma dalla sicura di una granata sganciata, da dei coltellini per poi allargarsi alla totalità delle cose. Il taglio registico è dunque stretto, legato al piccolo gesto, al battito d’ali della farfalla che gestisce al meglio l’occhio dello spettatore, guidato in tal modo a seguire determinati frammenti dell’inquadratura per potersi godere a più non posso la frenesia dell’azione, la cui trama non finisce mai in secondo piano, come da comandamento del cinema di Lam: mai dimenticarsi dei personaggi.

Il film perfetto per chiudere il Far East Film Festival.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.