Taxi Teheran (Jafar Panahi, 2015)

di Victor Musetti. A quasi cinque anni dalla condanna impostagli dal governo iraniano, sei anni di reclusione più un’interdizione di vent’anni dal produrre, scrivere e dirigere film, Jafar Panahi è arrivato a Berlino con la sua terza opera clandestina (le prime due furono This is not a Film e Closed Curtain) aggiudicandosi l’Orso d’Oro per il miglior film della competizione. Ancora una volta i mezzi sono quelli che … Continua a leggere Taxi Teheran (Jafar Panahi, 2015)

BERLINO63: Closed Curtain (Jafar Panahi e Kamboziya Partovi, 2013)

di Francesca Fichera. La magia del cinema è un evento che si attende sempre con trepidazione. Di essa si sa con certezza che esploderà ancora, ma non si sa quando. Ebbene, Closed Curtain di Jafar Panahi e Kamboziya Partovi è l’evento magico della Berlinale. Con lui prende fuoco la miccia già accesa da Paradise: Hope di Ulrich Seidl e divampa l’incendio del capolavoro, precisamente a metà strada … Continua a leggere BERLINO63: Closed Curtain (Jafar Panahi e Kamboziya Partovi, 2013)