ENDER'S GAME e le nuove Guerre Stellari

C’è più di una ragione per temere l’uscita di Ender’s Game, ma altrettanto sono i motivi per aver fiducia. Il romanzo cult di Orson Scott Card pubblicato nella metà degli anni Ottanta, e da cui nacque una prolifica serie letteraria, non lascia dubbi sulla qualità di un possibile adattamento, combattuto con forza dall’autore fino alla fondazione di una sua casa di produzione tramite cui mantenere il controllo artistico sulla pellicola che ne sarebbe nata. E’ facile credere che questo parto sia dovuto grazie al grande successo di Star Trek, il film reboot diretto da J.J. Abrams, un vero e proprio toccasana per la fantascienza cinematografica rinata con una forza inaspettata.

La copertina di Ender's Game.
Ender’s Game, in Italia pubblicato come Il gioco di Ender ed attualmente fuori stampa.

Il futuro di Card è per certi versi simile a quello descritto da Robert A. Heinlen nel suo Starship Troopers, ma in Card vive la speranza e non il militarismo fascista, le nuove generazioni attaccate da una razza di alieni insetti forme è pronta a tutto, persino ad unirsi nella pace per riuscire a sconfiggere un nemico comune tanto letale. L’umanità deve dunque affidarsi ad un programma di educazione particolare: coltivare le nuove menti per adattarle al combattimento, far nascere nuove strategie militari che possano rispondere in maniera efficace ed imprevedibile all’attacco dei Formics, gli alieni co-protagonisti di questa saga.

Ender Wiggin (Asa Butterfield) sembra essere la nuova chance per l’umanità, l’ultimo di una serie di leader in evoluzione, promosso dal Colonnello Graff (Harrison Ford, qui a presentare il film in una preview) convinto che lui possa uscire dalla Command School con qualcosa in più rispetto agli altri. Come prosegue è materia del libro e del film, diretto da Gavin Hood, uno dei motivi per essere seriamente preoccupati della riuscita di Ender’s Game, prodotto sì dallo scrittore stesso e dalla coppia Fringe Alex Kurtzman e Roberto Orci, ma chi ha diretto con così tanta noncuranza ed incapacità lo spin-off X-Men Origins: Wolverine non può essere degno di grande fiducia. Specie se nelle sue mani è caduto il compito di scrivere la sceneggiatura.

Ender's Game

Il timore è che Ender’s Game possa fare la fine dei tanti franchise realizzati per i teenager, che possa essere trasformato in un The Hunger Games (nella migliore delle peggiori ipotesi) versione fantascientifica, come han tentato di fare con The Host, diretto addirittura da una penna più che abile come quella di Andrew Niccol. Resta però anche la remota possibilità di assistere ad una pellicola di fantascienza che dia al via ad una nuova saga da tenere sullo scaffale e ricordare per anni, una saga sci-fi come non se ne vedono ormai da secoli. A questo proposito, è bello sapere che Harrison Ford sarà a bordo, lui che della fantascienza è una delle più grandi icone.

Fausto Vernazzani

4 pensieri su “ENDER'S GAME e le nuove Guerre Stellari

  1. non conoscevo il libro e quindi guarderò il film con occhi del tutto “vergini”,anche se non ho capito come si possa unirsi nel nome della pace in uniforme e con mansioni militari,ma so’ ammmereggani e certe cose le sanno solo loro.
    Starship troopers è uno dei miei film preferiti:splendido!

    "Mi piace"

    1. Neanche io ho letto i libri di Card, sono anni che li conosco per fama, ma qua in Italian son fuori stampa, quindi temo che dovrò procurarmeli direttamente in altre lingue. In ogni caso sì, Starship Troopers è meraviglioso, critica al militarismo e al fanatismo fascista senza precedenti, questo Ender’s Game sembra essere invece una sorta di opposto… ammeregani che portano pace col fucile in spalla, come sempre, ma vabbè sono mostri crudeli e cattivi (e qui nasce la stima per Petersen ed Enemy Mine)!

      Fausto

      "Mi piace"

  2. In realtà la guerra nel libro (a proposito, nelle biblioteche si trova.. leggetelo prima di vedere il film perchè è un capolavoro!) la guerra occupa solo il 5%; il resto è sì una guerra, ma tra Ender e i suoi “compagni” della scuola militare, tra lui e le regole che non si sente di rispettare, tra lui e gli adulti che fanno di tutto per metterlo in difficoltà… non dico altro altrimenti anticipo la trama
    Sono bellissime le scene nella Sala di Battaglia e sono fantastici anche i dialoghi del libro.
    Se nel film sono riusciti a mantenere almeno parte dello spirito del libro allora secondo me non può che essere un bel film. Ma se lo trasformano in un umani contro alieni.. beh allora sarà una boiata…
    Comunque leggete il libro che è bellissimo!

    "Mi piace"

    1. Ti ringrazio Davide per il consiglio, questo libro mi attira davvero tanto e penso proprio che lo ordinerò dall’estero. A giudicare dal trailer è difficile capire cosa davvero sarà questo film, se un adattamento fedele al testo o l’ennesima storiella “umani vs. aliens”, il regista di certo non promette bene, e l’egida del franchise per teenager nemmeno lascia grandi speranze, però… però alla fine penso che mi concentrerò sul libro e il film lo lascerò dietro tanti altri :)

      Fausto

      "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.