BFI58: Rosewater (Jon Stewart, 2014)

di Fausto Vernazzani. Nel 2009 Mahmoud Ahmadinejad fu rieletto con grande sorpresa del popolo iraniano, convinto di aver assegnato la corona d’alloro al suo oppositore Mir-Hossein Mousavi. Ne scaturì una rivolta spontanea che purtroppo non cambiò il corso degli eventi, Ahmadinejad continuò a governare l’Iran e mentre iniziava il suo secondo mandato il giornalista di Newsweek Maziar Bahari fu imprigionato con l’accusa di essere una … Continua a leggere BFI58: Rosewater (Jon Stewart, 2014)

BFI58: My Old Lady (Israel Horowitz, 2014)

di Fausto Vernazzani. A esordire non sono solo giovani registi, ma anche anziani drammaturghi di 75 anni come Israel Horowitz, al BFI London Film Festival per presentare una seconda volta dopo Toronto la sua prima regia cinematografica, My Old Lady, tratta da una delle sue tante opere teatrali in una lunga carriera che lo ha visto anche in stretto contatto con personalità quali Samuel Beckett. … Continua a leggere BFI58: My Old Lady (Israel Horowitz, 2014)

BFI58: A Second Chance (Susanne Bier, 2014)

di Fausto Vernazzani. Il rapporto e la responsabilità degli adulti verso i bambini è da qualche anno al centro di diverse produzioni danesi e di nazioni limitrofe, basti pensare a due candidati all’Oscar per il Miglior Film Straniero, Alabama Monroe e Il sospetto. Al BFI London Film Festival si ripresenta la tematica, via dallo spettro della pedofilia e della malattia, il terrore strisciante è questa … Continua a leggere BFI58: A Second Chance (Susanne Bier, 2014)

BFI58: The Nostalgist (Giacomo Cimini, 2014)

di Fausto Vernazzani. Scriviamo una banalità: il cinema italiano non è morto, è che lo disegnano così. Abbiamo scritto in inverno di cinque registi emergenti che vorremmo veder lavorare al più presto alla prossima opera, e parzialmente si è avverato il desiderio con la realizzazione di Mine di Fabio Guaglione e Fabio Resinaro e col corto di Marco Bonfanti Tubiolo e la Luna, ma la … Continua a leggere BFI58: The Nostalgist (Giacomo Cimini, 2014)

BFI58: The Falling (Carol Morley, 2014)

di Fausto Vernazzani. Non si può prender parte al BFI London Film Festival senza fermarsi in una delle tante sale dove gli innumerevoli silenziosi film inglesi sono proiettati. Il primo a esser catturato è The Falling, attesa novità sceneggiata e diretta da Carol Morley, presentato qui in world premiere ricevendo tutti gli onori del caso. Quanto c’è da dire in proposito non sono però parole … Continua a leggere BFI58: The Falling (Carol Morley, 2014)

BFI58: A Hard Day (Kim Sung-hoon, 2014)

di Fausto Vernazzani. L’apoteosi delle giornate andate male l’abbiamo vista con Un giorno di ordinaria follia, e oltre è difficile andare. Sulla stessa linea, tra il thriller e la commedia grottesca, si può inserire il secondo film del regista sud coreano Kim Sung-hoon, presentato al BFI London Film Festival, dal titolo A Hard Day. Ad avere una vera giornata di voi-sapete-cosa è il Det. Ko … Continua a leggere BFI58: A Hard Day (Kim Sung-hoon, 2014)

BFI58: The Drop (Michaël R. Roskam, 2014)

The Drop: un mistero alla luce del sole. Le radici si chiamano Animal Rescue, piantate dallo scrittore di fama mondiale Dennis Lehane (Shutter Island, Music Rivera), un racconto breve adattato dallo stesso autore per essere raccolto dal regista di uno dei migliori crime drama degli ultimi anni, Bullhead, Michaël R. Roskam. Un candidato all’Oscar e uno sceneggiatore di tal calibro non potevano accontentarsi di un … Continua a leggere BFI58: The Drop (Michaël R. Roskam, 2014)

BFI58: Hill of Freedom (Hong Sang-soo, 2014)

di Fausto Vernazzani. Siamo in volo, dopo molte ore atterriamo a Seoul e appena scesi dall’aereo troviamo ad accoglierci fiumi di vicoletti ricolmi di bar un po’ anonimi dove servono birra economica fino a tardi. Questa è la Sud Corea secondo la filmografia di Hong Sang-soo non cambia mai, come anche il suo stile di regia, composto da frotte di zoom a destra e sinistra. Eppure in … Continua a leggere BFI58: Hill of Freedom (Hong Sang-soo, 2014)